M5S, «INCENDI, La Regione proroga il bando che assegna 2 milioni di euro a fondo perduto ai proprietari di terreni forestali per il rimboschimento»

Dal comunicato stampa pubblicato sul sito web del Movimento 5 Stelle | Pescara – 01 settembre 2017. « Pettinari (M5S): “Evitare ‘tentazioni’ dannose per il territorio. Mezzi, personale e risanamento devono essere a gestione pubblica” La scadenza del bando regionale che assegna 2 milioni di euro a fondo perduto anche ai conduttori privati di superfici forestali per interventi di risanamento, e’ stata prorogata al 15 settembre 2017. Il bando, nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Regione Abruzzo, prevede tra gli interventi finanziati anche quelli relativi al rimboschimento per beneficiari privati proprietari di superfici Forestali. Una tentazione per i disonesti che si vedono mettere sul piatto un “bocconcino succulento” che si rende ancora piu’ gustoso con la proroga al 17 settembre, dunque lasciando intercorrere tutto il periodo estivo per fare domanda; periodo che come e’ risaputo e’ piu’ proficuo per la diffusione di incendi boschivi. Un’ingenuita’, a voler pensar bene, che si potrebbe trasformare troppo facilmente in una “tentazione” per qualcuno. Credo che per prevenire qualunque forma di atto criminoso legato agli incendi per prima cosa bisognerebbe iniziare a modificare questi bandi togliendo tra i beneficiari i conduttori privati di superfici Forestali. Evitare, inoltre, di prorogare i termini per la presentazione delle domande di contributo proprio a ridosso della stagione estiva. E’ quanto si legge in un comunicato pubblicato, in giornata, attraverso il sito internet del Movimento 5 Stelle Abruzzo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 11, anche sulle pagine del portale web dello stesso Movimento 5 Stelle, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Uno Paese serio, alla luce del disastro ambientale che si sta verificando in Abruzzo, dovrebbe evitare ogni tipo di “tentazione” per chi ambisce a facili e illeciti guadagni operando in questo modo. Ribadiamo che per noi e’ necessario riportare la gestione e la proprieta’ di mezzi, strutture e uomini destinati al soccorso e allo spegnimento in mano pubblica (mai piu’ privati, societa’ , ditte e cooperative ). Ed il buon senso dovrebbe evitare l’emanazione di bandi con finanziamenti a fondo perduto per il risanamento delle foreste i cui assegnatari siano privati cittadini . Deve essere esclusivamente il pubblico a gestire fondi e ad occuparsi degli interventi di prevenzione e risanamento. Fino a quando un solo uomo dagli incendi guadagnera’ , il problema non si risolvera’ mai. Domenico Pettinari Consigliere Regionale M5S Abruzzo » | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dal Movimento 5 Stelle. In SecondaPagina su AN24.