Abruzzo, MinAmbiente, in scadenza il 21 settembre i due bandi sull’economia circolare

Le ultime in materia di sviluppo imprenditoriale e occupazionale | Pescara – 01 settembre 2017. Scadranno il prossimo 21 settembre i due bandi del Ministero dell’Ambiente dedicati all’economia circolare. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa di Abruzzo Sviluppo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 11, anche mediante il sito internet della societa’ in house della Regione Abruzzo, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. I due bandi mettono a disposizione in totale 2,1 milioni di euro: 900 mila euro sono destinati al primo bando, che sostiene la realizzazione di progetti di ricerca per lo sviluppo di nuove tecnologie di recupero, riciclaggio e trattamento dei rifiuti elettrici ed elettronici (i RAEE). Il secondo bando, da 1,2 milioni di euro, riguarda quelle categorie di rifiuti non rientranti tra quelle gia’ servite dai consorzi di filiera, all’ecodesign dei prodotti e alla corretta gestione dei relativi rifiuti. I bandi puntano all’uso efficiente delle materie prime, allo sviluppo e al potenziamento della circolarita’ tra la gestione dei rifiuti e il mercato di prodotti e materiali, favorendo il reimpiego in nuovi cicli produttivi. L’obiettivo e’ l’incentivazione su scala industriale di tecnologie innovative e sostenibili per il trattamento di materiali provenienti da prodotti complessi a fine vita, come anche lo sviluppo dell’ecodesign dei prodotti per facilitare l’industria dello smontaggio, la separazione delle singole componenti e l’avvio al riciclo delle matrici ambientali. I progetti finanziati dovranno essere caratterizzati da elevata replicabilita’ e dalla possibilita’ di un rapido trasferimento dei risultati all’industria per l’attuazione degli interventi. L’invito e’ rivolto a organismi di ricerca singoli o associati, anche in forma temporanea, con altri soggetti pubblici o privati che producono beni o che operano nella filiera di gestione dei rifiuti. E’ previsto un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili. Il contributo assegnato per ciascuna delle iniziative progettuali ammesse a finanziamento non puo’ essere inferiore a 100 mila euro e superiore 300 mila, comprensivo di ogni onere. L’invio dei progetti deve avvenire, come detto, entro il 21 settembre 2017. ambiente, economia circolare, materie prime, Ministero dell’Ambiente, RAEE | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dal Abruzzo Sviluppo.