Montesilvano Informa anche attraverso Telegram

Le ultime dal Comune di Montesilvano | Montesilvano – 04 settembre 2017. Il Comune di Montesilvano e’ sempre piu’ social. Dopo l’attivazione del servizio WhatsApp ad aprile 2016 e che oggi conta oltre 5200 iscritti, Montesilvano Informa approda anche su Telegram, il servizio di messaggistica istantanea usato da circa 3.5 milioni di italiani.A partire da lunedi’ prossimo, 11 settembre, il Comune di Montesilvano comunichera’ con i suoi utenti anche attraverso il canale Telegram @montesilvanoinforma. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informativo del Comune di Montesilvano. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 15, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. «Da circa un anno e mezzo – afferma il sindaco Francesco Maragno – abbiamo implementato gli strumenti di comunicazione con i cittadini attraverso WhatsApp. Questo sistema ci consente di raggiungere in maniera capillare i montesilvanesi e di fornire loro informazioni utili, soprattutto in caso di emergenze. Gli utenti apprezzano moltissimo questo servizio che abbiamo affiancato alla pagina Facebook ufficiale del Comune, oltre ovviamente al sito istituzionale. Ora vogliamo dare un’opzione in piu’ ai nostri utenti». Per rendere attivo il canale Telegram @montesilvanoinforma, e’ necessario che gli utenti installino Telegram sul proprio smartphone, inviino un messaggio tramite Telegram, contenente la dicitura ‘ATTIVA SERVIZIO’. Verranno presi in considerazione i primi 200 messaggi pervenuti. Una volta creato il canale pubblico, per ricevere le informazioni bastera’ cercare nel motore di ricerca @montesilvanoinforma e cliccare su ‘Unisciti’.Con l’iscrizione l’utente da’ la propria adesione al trattamento dei dati nel rispetto della normativa vigente sulla privacy. Per cancellarsi dal servizio, basta andare su ‘Info Canale’ e poi cliccare su ‘Lascia Canale’. Il Comune inviera’ i messaggi in maniera unidirezionale. Il servizio non avra’ dunque il compito di ricevere segnalazioni. «Invitiamo gli utenti ad aderire al servizio su Telegram, soprattutto quanti nelle ultime settimane hanno richiesto l’attivazione su WhatsApp, ma non hanno ricevuto le informazioni. Abbiamo infatti riscontrato alcuni problemi tecnici, dovuti al gestore WhatsApp per cui nonostante la corretta procedura nell’iscrizione degli utenti, questi ultimi non riescono a ricevere i messaggi che risultano correttamente inviati. Con Telegram forniamo un ulteriore servizio per restare costantemente aggiornati con il nostro Comune». | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In SecondaPagina su AN24.