Abruzzo, Consiglio regionale. Febbo e Sospiri in merito a taglio fondi Par-Fsc

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 06 maggio 2015. “Questa mattina era in programma la seduta della Commissione di Vigilanza che tra i punti all’ordine del giorno prevedeva la discussione in merito alla Delibera di Giunta n.256 sul taglio dei fondi PAR FSC 2007 – 2013 per oltre 70 milioni di euro. Per questo sono stati convocati il Direttore Giovanni Savini e il Dirigente Patrizio Tomassetti”. E’ quanto spiegano il Presidente della Commissione Mauro Febbo e il Capogruppo di Forza Italia Lorenzo Sospiri. “L’obiettivo – spiegano – era analizzare gli elementi per stabilire come modificare i tagli sui quali abbiamo posto il nostro accento critico. Questo anche in virtu’ di un’altra deliberazione di Giunta, la n. 884, che prevede una riprogrammazione dei Fondi ex Pain per un totale di 31 milioni di euro e il conseguente taglio di alcune importanti opere, seguendo il principio del mancato raggiungimento di obbligazioni giuridicamente rilevanti al 31 dicembre prossimo. Bisogna rilevare il discutibile comportamento di questo esecutivo regionale che prima punta a mettere da parte importanti risorse e poi deve ha dovuto fare i conti con le direttive del Governo nazionale, targato Pd, che ha bloccato la riprogrammazione dei fondi ex Pain, chiedendo di procedere ai tagli delle spese per contribuire agli obiettivi di finanza pubblica. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 13, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Ma i tagli decisi dal Governo D’Alfonso – rimarcano i Consiglieri regionali di Forza Italia – sono inaccettabili e rappresentano un duro colpo per i nostri territori: riteniamo scellerata la decisione di sottrarre 2 milioni a un programma di sviluppo della Valle Peligna, oltre 6 milioni per l’Assistenza Domiciliare Integrata , 2 milioni 700 mila euro destinati alla messa in sicurezza degli edifici scolastici, un milione di euro per la verifica della sicurezza sismica e l’adeguamento delle case popolari, o i fondi per il porto turistico di Roseto. A queste pesanti sforbiciate dobbiamo aggiungere purtroppo anche quelle destinate alle opere inserite nella programmazione dei fondi Fas cultura . Abbiamo dovuto registrare anche un doloroso taglio dei fondi per il Comparto economico e in particolare per i contratti di sviluppo, i confidi o i cluster che invece sono processi che andavano accelerati. Abbiamo pertanto chiesto che venissero apportare consistenti modifiche a questi provvedimenti – concludono Febbo e Sopiri – e proposto a esempio di utilizzare i fondi destinati al Ponte del cielo di Pescara per i piu’ importanti e urgenti interventi di edilizia scolastica. Attendiamo speranzosi gli esiti di del processo di ripensamento in corso da parte della maggioranza e siamo pronti a tornare a discuterne in Consiglio regionale”. In PrimaPagina su AN24. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.

Leggi anche...