Abruzzo, Consiglio regionale. Bracco: ‘Istituire Garante diritti dei disabili’

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 14 settembre 2017. “Dare piena attuazione a quelle norme di diritto sia internazionale che nazionale che impongono la piena integrazione della persona portatrice di handicap nella vita e nel contesto sociale dove la stessa vive o svolge la propria attivita’ lavorativa”. E’ questo l’architrave del progetto di legge che porta la firma del Consigliere Leandro Bracco il cui fine e’ l’istituzione del Garante regionale dei diritti delle persone disabili. “Sono numerosi – spiega l’esponente di Sinistra Italiana – i cardini legislativi che riguardano la tutela di coloro i quali sono affetti da disabilita’. Innanzitutto ha un’importanza basilare la Convenzione dell’Onu sui diritti delle persone con disabilita’ ratificata dall’Italia con la legge 18 del 2009″. “Le priorita’ di questo trattato delle Nazioni Unite – prosegue Bracco – sono quelle di garantire l’accesso dei disabili a tutte le varie forme di attivita’ senza preclusioni attraverso l’adozione di accomodamenti ragionevoli che rendano tali attivita’ realmente fattibili ed eseguibili. Queste priorita’ hanno lo scopo di concretizzare princi’pi fondamentali quali dignita’, uguaglianza, autonomia individuale, partecipazione e inclusione nella societa'”. “Nel nostro Paese – evidenzia il Consigliere – nonostante la rilevanza notevolissima della Convenzione Onu, erano gia’ presenti atti legislativi conformi ai principi della Convenzione stessa come ad esempio l’articolo 3 della Costituzione italiana che stabilisce i principi di uguaglianza e di non discriminazione, la 104 del 1992 che e’ la legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate e poi la legge 68 del 1999 che contiene norme per il diritto al lavoro dei disabili, la 4 del 2004 che prevede disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici e la 67 del 2006 che dispone misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilita’ vittime di discriminazioni”. “La normativa in materia – sottolinea Bracco – e’ dunque molto ampia e garantisce piena tutela alle persone con disabilita’. Altro discorso pero’ e’ la sua concreta applicazione. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 17, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. E’ qui infatti che si inserisce la figura oggetto di questa proposta legislativa il cui compito sara’ quello, da un lato, di verificare a livello regionale la piena attuazione della normativa a tutela di coloro i quali sono portatori di handicap e, dall’altro, soprattutto quello di intervenire per reprimere ed eliminare le violazioni dei sacrosanti diritti riconosciuti ai disabili”. “Considerata l’esiguita’ dell’onere economico a carico delle finanze regionali , sono estremamente fiducioso che nel breve periodo questa mia iniziativa legislativa possa diventare legge ufficiale della Regione Abruzzo. L’obiettivo che la classe politica nel suo complesso si deve prefiggere – conclude Leandro Bracco – e’ quello di accettare la disabilita’ come forma diversa ma non minore dell’essere umano”. In SecondaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.