Giulianova. Domani riapre la "De Amicis". Il sindaco: "Grazie agli interventi effettuati è una delle scuole più sicure della provincia insieme con la ‘Bindi’ e con la ‘Don Milani’ ".

Le ultime dal Comune di Giulianova | Giulianova – 19 settembre 2017. Domani, 20 settembre, la scuola “De Amicis” spalancherà il suo portone e riprenderanno regolarmente le lezioni dell’anno scolastico 2017/2018. “Come detto più volte – dichiara il sindaco Francesco Mastromauro – la De Amicis, dopo gli interventi effettuati in due fasi, l’ultima delle quali conclusa venerdì scorso, ha elevato di molto, da 0,47 all’attuale 0,84, il suo coefficiente antisismico così come attestato dal progettista, l’ingegnere edile Ernesto Martegiani peraltro superando positivamente il collaudo statico effettuato ed attestato dall’ingegner Alfonso Marcozzi. Ciò anche a seguito delle ulteriori verifiche che ho voluto disporre a seguito della comunicazione ricevuta dalla Procura della Repubblica di Teramo lo scorso 15 settembre e, quindi, con il sopralluogo in contraddittorio con il consulente tecnico della Procura svoltosi ieri all’interno dell’edificio. Ed è proprio per consentire l’effettuazione del sopralluogo – prosegue il sindaco – che avevo differito di 48 ore la riapertura della scuola. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio stampa del Comune di Giulianova. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 14, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Mi corre l’obbligo di ringraziare tutti coloro che hanno lavorato e si sono attivati affinché anche la De Amicis possa ora essere annoverata tra le scuole più sicure della provincia di Teramo insieme con la materna ed elementare Don Milani di zona Orti, che a Giulianova ha il coefficiente più alto, 1, dopo i lavori del 2014 per la messa in sicurezza con miglioramento sismico del plesso per un importo di 970.841 euro, e con la Bindi, con coefficiente 0,85 grazie agli interventi effettuati nel 2015 con un impegno finanziario pari a 893.000 euro”. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In SecondaPagina su AN24.