Pescara. L’assessore Del Vecchio in merito a ripascimento riviera sud

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 09 maggio 2015. Verranno aperte martedì 12 maggio le buste relative all’affidamento dei lavori di rinascimento morbido sul litorale sud. Il progetto era stato approvato lo scorso 5 maggio in Giunta con atto n. 268. L’intervento si rende possibile grazie al finanziamento concesso dalla Regione Abruzzo pari a 300.000 euro e destinato a coprire le criticità legate al litorale fra il Fosso Vallelunga e il confine con il Comune di Francavilla al Mare e consente di realizzare un rinascimento morbido per circa 15.000 metri cubi di sabbia che verrà prelevata dal sito della Madonnina. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio stampa del Comune di Pescara. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 12, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “Procediamo con estrema celerità perché le concessioni balneari interessate possano beneficiare di questa provvista di sabbia a garanzia delle loro strutture e delle loro attività economiche – sottolinea l’assessore al Demanio Enzo Del Vecchio – La stagione è praticamente iniziata, alla categoria serve sabbia e anche ristoro da una stagione, quella 2014, passata lasciando una traccia negativa economicamente per via del maltempo. Per altro verso l’escavo di sabbia nel sito della Madonnina si pone come una ulteriore positività nei confronti delle strutture portuali, poiché l’area si predispone ad accogliere altra sabbia proveniente da nord e che non entrerà, così, nella darsena commerciale, riducendone i fondali a discapito delle attività del porto stesso. L’attività di ripascimento di parte del nostro litorale viene nuovamente attivata per poter far fronte agli effetti delle mareggiate in un’area non ancora completamente salvaguardata da interventi di protezione e difesa della costa, questo in linea con quanto già fatto per altre realtà. Purtroppo l’erosione ci riguarda da anni e riguarda, seppur con impatto minore, anche altri tratti della riviera cittadina e che in più occasioni ha portato i gestori delle relative concessioni balneari ad interessare l’amministrazione comunale. Si tratta di un problema che deve trovare un nuovo momento di confronto regionale al fine di porre in essere gli interventi capaci di affrontare i danni in modo globale ed efficace, uno sforzo che non può essere sostenuto dai singoli Comuni”. Pescara, 9 maggio 2015 | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In PrimaPagina su AN24.

Leggi anche...