Sviluppo economico sostenibile: il Sindaco Di Primio e l’Assessore alle Attivita’ Produttive Di Biase fanno visita alla Abrex, startup innovativa con sede a Chieti

Le ultime dal Comune di Chieti | Chieti – 28 settembre 2017. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina, con l’Assessore alle Attivita’ Produttive, Carla Di Biase, ha fatto visita alla startup innovativa Abrex, Circuito di Credito Commerciale dell’Abruzzo, nato due anni fa sull’esperienza del Circuito Sardex. Lo scopo della startup, che ha sede a Chieti Scalo, presso il Centro Dama, e’ quello di riconnettere le imprese del territorio, fornire servizi di promozione ad alto valore aggiunto e offrire strumenti innovativi di pagamento e di credito complementari da affiancare a quelli tradizionali. -Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio stampa del Comune di Chieti. Il contenuto della nota, nello specifico, e’ stato divulgato, alle ore 17, anche mediante il canale web dell’ente- ‘Uno strumento solidale, efficiente ed efficace in grado di dare risposte al bisogno sempre maggiore di credito da parte delle imprese’ lo hanno definito il presidente Abrex Angelo D’Ottavio e i soci nel corso dell’incontro.   Ad oggi sono piu’ di 400 le pmi e i professionisti aderenti al circuito che si sono scambiati tra loro beni e servizi stimati in 5 milioni di euro equivalenti, rodando un sistema in cui le imprese si concedono credito sulla base del potenziale produttivo di ciascuna senza dover ricorrere al debito bancario e finanziandosi a tasso zero e senza costi. La filosofia che ispira il Circuito Abrex, infatti, prevede che le imprese che aderiscono possono fare acquisti per se’ e per la propria azienda ripagandoli nell’arco di un periodo prestabilito vendendo i propri beni e servizi ad altri iscritti del circuito. Il tutto senza che si paghino interessi o spese di alcun tipo. Il Sindaco Di Primio, apprezzando la startup per i principi etici che sono alla base del Circuito, ha espresso l’intenzione di voler sperimentare Abrex in Comune, soprattutto a sostegno del settore sociale e, compatibilmente con la normativa vigente, utilizzare tale Circuito anche in altri servizi.      | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.