Giulianova. 88° adunata degli Alpini. Al Kursaal il 15 maggio presentazione del libro "Quando c’era la guerra", Coro Alpino di Vallecamonica e mostra d’arte. Al termine i familiari dei caduti di guerra riceveranno un riconoscimento.

Le ultime dal Comune di Giulianova | Giulianova – 12 maggio 2015. In occasione dell’88^ adunata nazionale degli Alpini, venerdì 15 maggio, al Centro congressi Kursaal di Giulianova Lido, a partire dalle ore 17.30 si terrà la presentazione del libro “Quando c’era la guerra”. Il volume, conservato nel Fondo Bindiano della Biblioteca Civica “V. Bindi” e riproposto in anastatica dalla casa editrice Artemia, venne originariamente edito nel 1924 a firma del giornalista e scrittore giuliese Francesco Manocchia (1890-1944), e raccoglie racconti ispirati all’esperienza della Prima guerra mondiale alla quale il Manocchia prese parte come sottufficiale di fanteria, ricevendo dai vertici militari segnalazioni ed encomi per i suoi atti di eroismo, ma anche come attivo corrispondente di guerra per molteplici testate giornalistiche, dal “Giornale d’Italia” all’ “Adige” di Verona, dal “Piccolo” di Trieste al “Corriere della Sera”, oltre ad alcuni periodici abruzzesi. Dopo i saluti istituzionali del sindaco Francesco Mastromauro, dell’assessore alla Cultura Pierangelo Guidobaldi e del presidente dell’associazione “Teramo Nostra” Piero Chiarini, interverranno, moderati da Luisa Ferretti, il giornalista Walter De Berardinis, lo scrittore Elso Simone Serpentini e lo storico Sandro Galantini. Durante la manifestazione, patrocinata dal Comune, si esibirà il Coro Alpino di Vallecamonica. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informativo del Comune di Giulianova. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 10, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. A corredo dell’evento è stata allestita, dall’associazione “BellantArte”, una mostra d’arte sul tema l’Unità d’Italia mentre al termine i familiari dei caduti di guerra riceveranno un riconoscimento alla memoria. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.

Leggi anche...