Montesilvano. Il Consiglio Comunale approva il Piano Sociale Distrettuale 2018

Le ultime dal Comune di Montesilvano | Montesilvano – 29 settembre 2017. Il Consiglio Comunale ha approvato questa mattina il Piano Sociale Distrettuale 2018, con 14 voti favorevoli e 4 astenuti.«Il primo valore aggiunto di questo piano – afferma il sindaco Francesco Maragno – e’ la metodologia di lavoro che ha portato alla predisposizione dell’atto, basato sul principio di cittadinanza attiva che la nostra Amministrazione promuove sin dal suo insediamento. Abbiamo infatti istituito 4 tavoli tematici, incentrati sulle politiche per la disabilita’, l’inclusione sociale, l’immigrazione e gli anziani, che si sono affiancati ai forum gia’ attivi in precedenza. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informativo del Comune di Montesilvano. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 14, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Attraverso tali incontri, che proseguiranno a livello interistituzionale, coinvolgendo associazioni, enti portatori di interesse e scuole, e’ stato stilato il documento, approvato stamani in Consiglio Comunale, che deve rappresentare un punto di partenza».La redazione del documento di programmazione e’ stata una opportunita’ per aggiornare il profilo sociale dell’ambito distrettuale sociale n.18 Ecad Comune di Montesilvano, analizzare il bisogno sociale, individuare gli obiettivi primari e quindi predisporre i servizi che dovranno essere implementati.Il Piano distrettuale prevede una lunga serie di interventi e servizi che verranno potenziati. Tra gli altri il PIS, l’assistenza domiciliare socio assistenziale anziani e disabili e domiciliare; progetti volti all’inclusione sociale, al contrasto alla poverta’, di tutela per minori.«L’ottimo lavoro svolto con questo piano – dice ancora il sindaco – ha permesso di inserire all’interno del documento una ricca serie di servizi che verranno finanziati per mezzo di fondi indiretti, ovvero attingendo a quelle risorse che ci arrivano da fondi regionali, ministeriali o ancora europei. Il nuovo Piano sociale e’ stata anche l’occasione di lavorare sull’integrazione socio sanitaria per mezzo della istituzione della CLISS, la conferenza locale integrata sociosanitaria, e l’approvazione della convenzione socio sanitaria tra Asl e l’ambito distrettuale di Montesilvano».«Il Piano di Zona – aggiunge il consigliere Lorenzo Silli, presidente della Commissione Sanita’ – si e’ connotato per il coinvolgimento di tutti i soggetti attivi sul territorio nella stesura e progettazione dell’atto. Questa collaborazione riesce a dare forma e contenuto al sistema integrato di interventi e servizi sociali, alla luce delle linee direttrici Regionali. Di fatto, con il Piano di Zona, si vanno a definire gli obiettivi e gli interventi, in area sociale, rivolti all’insieme della popolazione di quel territorio, ricercando l’integrazione tra le diverse politiche di settore, tra le politiche sociali comunali singole, e nel loro insieme, e la programmazione distrettuale. Il Comune di Montesilvano per quanto riguarda il triennio 2016/18 attua una programmazione sociale e socio-sanitaria a livello locale che si propone, fra l’altro, di integrare risorse e associazioni territoriali. L’obiettivo e’ costruire risposte innovative ed efficaci ai nuovi bisogni emersi sul territorio, tenendo fede ad una impostazione focalizzata sul potenziamento e il miglioramento della rete dei servizi locali. Tramite il Piano di Zona, strumento essenziale di programmazione locale, e’ possibile pianificare gli interventi atti a definire le politiche sociali di un territorio, individuando cosi’ i cambiamenti e le innovazioni da applicare nelle modalita’ di funzionamento del sistema territoriale». Sempre in Consiglio, e’ stato approvato, con 14 voti favorevoli, 2 contrari e 2 astenuti, il regolamento unitario per l’accesso ai servizi socio – assistenziali, che risaliva al 2003. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.