Pescara. Il Parco dell’Infanzia di via Tavo riapre

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 29 settembre 2017. Da oggi il parco dell’infanzia torna ad essere fruibile. Erano partiti a maggio i lavori di riqualificazione dell’area verde che si trova su via Tavo, nel cuore dell’ex quartiere 3, in una delle zone più sensibili della città. I lavori erano partiti a fine maggio per la realizzazione di un campo da calcetto e degli arredi secondo quanto richiesto dai bambini della zona. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio stampa del Comune di Pescara. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 16, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Alla riapertura di stamane erano presenti il sindaco Marco Alessandrini, il vice sindaco e assessore ai parchi Antonio Blasioli, l’ex assessore Laura Di Pietro che ha fortemente voluto ed ha avviato la riqualificazione del parco, dopo gli atti di vandalismo che vi si erano verificati. Al taglio simbolico del nastro anche l’intera scolaresca di via Sacco e una rappresentanza della scuola primaria Rodari, la Caritas e le associazioni che da diversi anni portano avanti iniziative e contatti nel quartiere, in sinergia con l’Amministrazione Comunale e per la rinascita del parco, erano inoltre presenti i tecnici e gli addetti del Settore Verde Pubblico e i consiglieri di maggioranza che hanno seguito le sorti del fazzoletto verde prospiciente gli alloggi popolari di via Tavo. “In questo parco siamo venuti tante volte e torneremo ancora – dice il sindaco Marco Alessandrini – oggi lo riconsegniamo di nuovo alla città, con la speranza di non vederlo nuovamente violato com’è accaduto in passato ormai più volte. Per questo la presenza dei bambini a questa inaugurazione è importante, come è importante quella delle associazioni che silenziosamente e costantemente qui ci aiutano a recuperare un legame con la comunità e a coltivare nuovi progetti. Poco distante da qui, solo pochi mesi fa abbiamo inaugurato un altro parco, questo ci sta a cuore, perché è una vera e propria sfida, iniziata con l’assessore Laura Di Pietro, che voglio ringraziare pubblicamente per il lavoro svolto a servizio della città. Ora il parco va tutelato dai legittimi proprietari, che sono i suoi frequentatori, ringraziamo la ditta che qui ha operato e che conosce bene questa zona e ci auguriamo di vedere risorgere anche gli spazi in muratura adiacenti al campo e all’area gioco, perché questo spazio sia aperto anche ad altre possibilità tutto l’anno”. “Porto avanti con orgoglio il lavoro iniziato dall’assessore Di Pietro – aggiunge il vice sindaco e attuale assessore a Parchi e verde pubblico Antonio Blasioli – Sono stati in tanti quelli che ci consigliavano di non spendere soldi inutilmente, perché, ci dicevano, che in questa zona il parco sarebbe stato comunque condannato. Noi invece su questa periferia abbiamo investito e continueremo a farlo, perché fa parte della città e perché fra l’assenza delle istituzioni che ha regnato troppo a lungo e l’azione vogliamo coltivare la speranza che il futuro di questa area sia diverso. Abbiamo avviato i lavori durante la Giornata Europea dei Parchi, il 24 maggio scorso e speriamo che questo sia un buon viatico. Crediamo molto nel valore dei parchi, infatti abbiamo investito 200.000 euro in manutenzione nella maggior parte delle aree verdi cittadine. Questi lavori hanno avuto un importo di 53.000, 35.000 euro dei quali sono stati attinti dalla polizza assicurativa riscossa dal Comune a fronte degli atti di vandalismo subiti dal parco. Diverse gli interventi: sono stati posti i tappetini anti trauma, rifatto il manto erboso, impiantati nuovi giochi, una siepe e realizzato un campo di calcetto 15 m per 25, arredi e interventi che sono stati i bambini e i residenti della zona a chiederci per tornare a frequentarlo. Questa attenzione non finirà con la fine dei lavori, qui due anni fa l’assessore Laura Di Pietro ha portato don Ciotti per dare un segnale forte di attenzione e di presenza delle istituzioni e delle associazioni che conducono un lavoro grande fra queste strade e che voglio pubblicamente ringraziare, dalla Caritas a Ninive e MovimentAzioni, come ringrazio i nostri tecnici che ci hanno aiutato a riprogettare quest’area perché avesse un’altra chance. Ora tocca a tutti noi cittadini dargliela, ed essere testimoni e primi tutori di un parco che ci appartiene”. Pescara 29 maggio 2017 | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In SecondaPagina su AN24.