Giulianova. Cirsu. Il sindaco Mastromauro ad Arboretti: "Persa l’occasione per una convergenza importante a causa di una inspiegabile rigidità in merito a una frase nell’odg. Ma noi ci impegneremo per salvaguardare i posti di lavoro".

Le ultime dal Comune di Giulianova | Giulianova – 29 settembre 2017. Un passaggio nell’ordine del giorno presentato dal Cittadino Governante nel consiglio comunale di oggi, 29 settembre, in cui si dice: “Ben poco hanno fatto le amministrazioni comunali coinvolte”, ha determinato la mancata convergenza delle forze politiche di maggioranza sulle posizioni del capogruppo Franco Arboretti. “Le premesse dell’odg sono giuste perché – dichiara il sindaco Francesco Mastromauro – riguardano la salvaguardia dei posti di lavoro delle maestranze CIRSU. Ma non è accettabile che ci si dica che dal 2009 noi non ci siamo battuti per il recupero del Polo tecnologico CIRSU al pubblico, né tantomeno che ci siamo disinteressati dei lavoratori. Tanto è vero che abbiamo salvaguardato 40 posti di lavoro quando ci fu il fallimento di SOGESA, braccio operativo del Consorzio. Insistere pervicacemente e inspiegabilmente a voler sminuire, se non addirittura denigrare, il nostro impegno, è ingiusto. Per cui il diniego di Arboretti di voler eliminare quel passaggio nell’odg ha determinato il voto contrario. Peccato, è stata persa una bella occasione per unire le forze. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio stampa del Comune di Giulianova. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 19, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Da parte della maggioranza e dell’Esecutivo – conclude il sindaco – rimane l’impegno a mettere in campo ogni utile iniziativa, anche coinvolgendo altri Enti, per salvaguardare i posti di lavoro a rischio e la strategicità dell’impianto di Grasciano a livello provinciale e regionale per la lavorazione dei rifiuti solidi urbani” | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.