Abruzzo, bandiere blu; Mazzocca: l’effetto di anni di incuria

Abruzzo, le ultime notizie dall’ente Regione | L’Aquila, 12 mag – Solo ieri si e’ tenuta l’ennesima riunione con i soggetti gestori del Servizio Idrico Integrato per velocizzare al massimo le procedure per l’aggiudicazione provvisoria delle gare finalizzate alla realizzazione degli interventi sul sistema idrico e depurativo regionale. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informativo della Regione Abruzzo. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 12, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Oggi la notizia della riduzione delle bandiere blu abruzzesi . Per l’assessore Mario Mazzocca "Sono interventi che attendono di essere attuati da 3 anni e che abbiamo ereditato con un livello di cantierabilita’ pari allo zero". "Solo il nostro impegno ha sventato l’utilizzo dei fondi disponibili e la mancata realizzazione di opere di cui abbiamo estrema necessita’". "Da qui nasce la necessita’ di recuperare una parte del tempo perso ed accumulato in 66 mesi di lassismo, procedendo a monitorare il cronoprogramma delle stazioni appaltanti, in funzione di una decisa accelerazione delle attivita’ procedurali". Secondo quanto ha riferito lo stesso assessore regionale, alla riunione di ieri hanno partecipato i soggetti gestori del servizio idrico integrato e gli uffici regionali coinvolti: "sono stati condivisi i termini per l’individuazione del soggetto aggiudicatario e della conseguente realizzazione delle opere procedendo ad una loro contrazione nel rispetto della normativa vigente: cio’ consentira’ di realizzare i 2/5 degli interventi entro la fine della prossima stagione estiva e il resto entro l’anno solare". "Per questa ragione, abbiamo voluto conoscere dalle stazioni appaltanti eventuali difficolta’ nello svolgersi del percorso autorizzativo, offrendo la massima collaborazione dei nostri uffici alla risoluzione di eventuali ostacoli burocratici: non possiamo piu’ permetterci ritardi; la qualita’ dei nostri fiumi e lo stato del nostro mare ce lo impone". | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...