Biondi: "L’Aquila Rugby club e Polisportiva trovino soluzione"

Le ultime dal Comune di L’Aquila | L’Aquila – 02 ottobre 2017. “L’Aquila rugby club e la Polisportiva L’Aquila rugby si siedano attorno ad un tavolo e trovino una soluzione per fare in modo che il sodalizio noeroverde possa affrontare la stagione sportiva 2017/2018”. E’ l’appello del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, alla luce della straziante lettera dei giocatori del team aquilano, che domani non scenderà in campo. “Lo sfogo e l’amarezza dei ragazzi dell’Aquila rugby club, che hanno visto il loro sogno di scendere in campo per difendere i colori neroverdi a un passo dalla meta, sono quelli di un’intera città che viene privata di una storia gloriosa e fatta di successi. Tutto ciò è inaccettabile, così come è inspiegabile la corsa di alcuni a dare il colpo di grazia a società e squadra, nonostante gli sforzi del compianto Mauro Zaffiri, di tecnici e giocatori”, aggiunge il sindaco Biondi. “In queste settimane ho ascoltato tante belle parole di facciata e visto pochi fatti – aggiunge il primo cittadino – Per questo ringrazio chi, come il comitato dei garanti e l’Ance, ha agito concretamente per arrivare a un estremo tentativo di soccorso del sodalizio”. “Spiace constatare che faide interne, dal sapore squisitamente politico e che nulla hanno a che vedere con lo sport, abbiano causato una simile situazione. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, oggi, dal servizio informativo del Comune di L’Aquila. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 10, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. È molto chiaro quale sia la parte politica che ha la responsabilità morale di un disastro che fino alla fine si è tentato di scongiurare. Il rugby ha rappresentato un terreno di caccia e scontro per interessi che nulla hanno a che vedere con la crescita del movimento e di generazioni di sportivi”, sottolinea ancora il sindaco Biondi. “La radiazione dal campionato arriverebbe qualora la squadra non dovesse scendere in campo per tre partite consecutive – conclude – In linea teorica esistono ancora margini per poter intervenire. Chi finora ha dichiarato di agire per il bene della palla ovale e della città lo dimostri concretamente: il tempo delle chiacchiere è finito”. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In SecondaPagina su AN24.