Abruzzo, Consiglio regionale. Monticelli in merito a progetto sicurezza stradale Val Fino

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 13 maggio 2015. E’ stato presentato a Castiglione Messer Raimondo il ‘Progetto Strade Sicure Val Fino’ della Regione Abruzzo, che prevede un investimento di 8 milioni euro da destinare a interventi strutturali per migliorare i collegamenti intercomunali e provinciali con un sistema integrato di infrastrutture. “E’ un progetto ambizioso, ma ben strutturato e di notevole importanza, sul quale e’ doveroso investire per migliorare nettamente la viabilita’ della zona – spiega il Consigliere regionale del PD Luciano Monticelli, intervenuto alla presentazione insieme al Presidente della Regione Luciano D’Alfonso – e’ prevista la sistemazione della segnaletica orizzontale e verticale, l’adeguamento delle barriere di sicurezza, la soluzione dei cedimenti del corpo stradale e la manutenzione straordinaria dei piani viari. La Val Fino costituisce da questo punto di vista un’area geograficamente complessa, dove a oggi non esiste l’omogeneita’ necessaria tra le valli che la compongono. Su questo territorio e’ presente una strada statale, la 81, e innumerevoli strade provinciali. A causa della particolare fragilita’ del territorio, disseminato di frane, smottamenti e avvallamenti, le arterie presentano un pessimo stato di fruibilita’. Occorre pertanto darsi da fare per rivitalizzare la zona. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informativo del Consiglio. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 11, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Primo step e’ stata dunque la presentazione dello studio dell’area, realizzato dall’ingegner Di Gialluca, che ha messo in evidenza l’annoso problema legato ai ben 83 dissesti presenti sugli svincoli stradali ma anche la preziosita’ della stessa Val Fino, legata alla presenza di beni archeologici, architettonici e paesaggistici che ne fanno un territorio molto ricco dal punto di vista storico-culturale. Le stesse Astolfi e Giammarino hanno evidenziato la presenza di importanti architetture religiose, castelli, fontane, palazzi signorili, oltre all’unicita’ degli 11 suggestivi mulini presenti nella zona tra Arsita e Bisenti. Un’area, insomma, sulla quale e’ opportuno investire sotto numerosi aspetti – conclude Monticelli – e per la quale lo stesso presidente D’Alfonso, presente all’incontro, ha assicurato il reperimento delle somme necessarie alla realizzazione del progetto”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.

Leggi anche...