L’Aquila. Eletto il Comitato ristretto dei sindaci; Biondi: "L’unità dei territori decisiva per il futuro della sanità delle aree interne"

Le ultime dal Comune di L’Aquila | L’Aquila – 11 ottobre 2017. Unità d’intenti per ottenere l’istituzione di un ospedale di secondo livello delle aree interne, critiche per il turnover del personale Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, preoccupazione per il futuro degli oltre 400 precari dell’azienda sanitaria e futuro delle scuola di specializzazione nell’ottica di una rinnovata collaborazione tra azienda sanitaria e università. Sono alcuni dei temi sviscerati nel corso dell’assemblea che ieri sera, a Palazzo Fibbioni, ha proceduto al rinnovo del Comitato ristretto dei sindaci. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa del Comune di L’Aquila. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 18, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. La riunione, a cui hanno preso parte numerosi primi cittadini del territorio provinciale e a cui erano stati invitati anche le rappresentanze sindacali, ha eletto i sindaci dell’Aquila, Pierluigi Biondi, di Avezzano, Gabriele De Angelis, di Sulmona, Annamaria Casini, di Castel di Sangro, Angelo Caruso (che è anche presidente della Provincia), ed il vice sindaco di Barisciano, Giuseppe Calvisi. “La questione della realizzazione di un Dea di secondo livello delle aree interne non è un ragionamento di semplice campanile quanto, piuttosto, un percorso teso a valorizzare le eccellenze, a riequilibrare i servizi e a potenziare la medicina del territorio – ha dichiarato il sindaco del capoluogo Biondi – La commissione che avrebbe dovuto valutare l’ipotesi di istituzione di un Dea di secondo livello L’Aquila-Teramo non si è mai riunita, ci sono centinaia di precari che attendono risposte e siamo costretti a fare i conti con scelte di politica regionale che si stanno abbattendo sulla nostra Asl. La ritrovata unità dei territori è la risposta per far tornare la sanità aquilana ai livelli di eccellenza che da sempre le competono, testimoniate peraltro anche dagli ottimi dati legati alla mobilità attiva”. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.