Montesilvano. Sgomberata la riserva naturale di Santa Filomena

Le ultime dal Comune di Montesilvano | Montesilvano – 12 ottobre 2017. Operazione di sgombero questa mattina a Montesilvano. Gli operatori della Polizia Locale, con l’ausilio degli uomini della Compagnia dei Carabinieri hanno eseguito un blitz nella riserva naturale di Santa Filomena, dove erano accampati alcuni extracomunitari.”Quello di questa mattina e’ stato solo il primo di una serie di interventi in programma per il ripristino del decoro urbano e la tutela della sicurezza dei nostri cittadini” ha dichiarato l’assessore alla Polizia Locale Valter Cozzi.Nell’area della pineta, antistante via Firenze, erano accampati circa 15 cittadini extracomunitari. Nello specifico l’operazione ha visto la rimozione, grazie anche all’intervento dei mezzi e degli uomini della ditta di gestione dei rifiuti, Formula Ambiente, di tende, sedie, materassi e altri materiali.”Voglio ringraziare tutte le persone intervenute in questa operazione – aggiunge l’assessore – che hanno lavorato con attenzione ed impegno. Con questo intervento abbiamo voluto far riappropriare i nostri cittadini di uno spazio verde come quello della riserva, che deve e puo’ essere un luogo di aggregazione e socialita’. Nei prossimi interventi – annuncia Cozzi – avremo uno strumento in piu’, ossia quello del Daspo Urbano, per la cui applicazione e’ necessario attendere i tempi tecnici dovuti alla pubblicazione degli atti di Consiglio. Il Daspo Urbano e’ un importante dispositivo previsto dal Decreto Minniti, che abbiamo approvato in Consiglio Comunale e che ci consente di intervenire incisivamente in materia di tutela della sicurezza urbana”.Nello specifico l’articolo introdotto nel regolamento di Polizia Urbana prevede che, chiunque verra’ sorpreso a bivaccare, o sara’ autore di atti che impediscono accessibilita’ e fruizione di determinati luoghi, verra’ condannato a pagare una sanzione tra i 100 e i 300 euro e sara’ destinatario di un provvedimento di allontanamento dal luogo, per 48 ore, che in caso di reiterazione puo’ essere esteso, su disposizione del Questore dai 6 mesi ai 2 anni. Allo scopo di contrastare fenomeni di stazionamento o di occupazione abusiva di spazi pubblici, il Consiglio Comunale ha individuato le aree urbane nei quali diventa applicabile il provvedimento. Si tratta di scuole e plessi scolastici; luoghi di culto e cimiteri; musei, complessi monumentali e altri luoghi della cultura; edifici di interesse storico e artistico culturale quali Stella Maris, Villa Delfico e Villa Falini oltre al centro storico di Montesilvano Colle; aree su cui insistono impianti e strutture destinate alla ricettivita’ turistica o interessati da flussi turistici: impianti sportivi, Pala Dean Martin, viale Aldo Moro e sue traverse, via Maresca, Corso Umberto; infine parchi, giardini e la riserva Naturale di Santa Filomena. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio informativo del Comune di Montesilvano. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 16, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In SecondaPagina su AN24.