Pescara. Pescara: deruba due esercizi commerciali a distanza di pochi minuti. Arrestata dalla Polizia di Stato.

Le ultime notizie dalle Questure | Pescara – 09 novembre 2017. Nel pomeriggio del 07 Novembre scorso la Polizia di Stato è intervenuta presso un supermercato di Pescara, a seguito di una segnalazione di furto in atto. I poliziotti della Squadra Volante visionavano tempestivamente i filmati delle telecamere riconoscendo come autrice del furto C. F., una donna 40enne pescarese, con diversi precedenti di polizia, la quale aveva asportato merce del valore di oltre 150 euro occultandola in una borsa scura, per scappare poi a bordo di un’autovettura condotta da un uomo. La donna veniva riconosciuta anche perché pochi minuti prima si era resa responsabile di un altro furto ai danni un altro supermercato cittadino, episodio per il quale era già stata denunciata in stato di libertà. Le pattuglie della Squadra Volante riuscivano a rintracciare tempestivamente l’autovettura in un parcheggio adiacente ad uno stabile abbandonato in via Tavo. Sul sedile lato passeggero, era presente la sopra citata C. F., mentre un’altra persona di sesso maschile alla vista dei poliziotti si allontanava dall’auto. Prontamente raggiunto e bloccato dai poliziotti della Squadra Volante, l’uomo risultava essere un pescarese di anni 36 che dichiarava trovarsi in quel luogo per acquistare della sostanza stupefacente per uso personale. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, poco fa, dal servizio informativo della Questura di Pescara. I dettagli della nota, della quale viene riportato l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 09, anche mediante il sito internet della Polizia di Stato, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Immediati accertamenti di polizia giudiziaria permettevano di accertare che l’uomo in questione era stato complice della C. F., avendo condotto l’auto dopo l’ultimo furto. La C. F. veniva sottoposta a perquisizione e trovata in possesso di parte della merce poco prima sottratta al supermercato; pertanto la donna veniva tratta in arresto in flagranza di reato per furto aggravato e posta a disposizione dell’A. G. per il giudizio direttissimo dell’indomani. Il complice veniva denunciato in stato di libertà. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web della Polizia di Stato. In PrimaPagina su AN24.