Abruzzo, Consiglio regionale. ‘Quella ex cava rischia di mietere vittime’

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 14 novembre 2017. “Ogni giorno si rischia una tragedia. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informativo del Consiglio. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 12, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. E non solo per il fatto che le strade siano costellate da buche che in moltissimi tratti sono diventate dei veri e propri crateri ma anche perche’ nella frazione Guardiola del Comune di Fresagrandinaria, nel Medio Vastese, a causa di una ex cava di pietra e dall’erosione del terreno derivante dalle piogge, proprio sulla strada sottostante piovono massi e rocce che solamente il caso ha voluto non provocassero incidenti con morti e feriti. Se entro pochissimi giorni questa problematica non dovesse essere risolta, con l’inoltrarsi dell’autunno e l’arrivo dell’inverno le probabilita’ che accada qualcosa di irreversibile aumenterebbero sempre piu’. Che non si attenda un avvenimento funesto prima di passare all’azione”. E’ questo uno stralcio del comunicato stampa che il Consigliere Leandro Bracco ha diramato stamane e che concerne una tematica assai delicata per la nostra regione ossia quella della viabilita’ e conseguente sicurezza delle aree interne. “Il tratto di strada in questione – spiega l’esponente di Sinistra Italiana – fa parte della Provinciale 187 meglio conosciuta come ‘Trignina’. Una strada che quotidianamente, fra l’altro, e’ percorsa da un autobus stracolmo di studenti i quali dall’entroterra si recano nei propri istituti scolastici che si trovano a San Salvo. Mi rendo benissimo conto della circostanza secondo cui la questione sia di competenza della Provincia di Chieti. L’estrema gravita’ della questione stessa unita pero’ al pericolo notevolissimo che sono costretti a vivere gli automobilisti che percorrono quell’arteria – sottolinea Bracco – impone pero’ all’esecutivo regionale di individuare nel piu’ breve tempo possibile procedure amministrative ad hoc tramite le quali stanziare una congrua somma di denaro al fine di mettere in sicurezza l’ex cava di pietra ma soprattutto la parete rocciosa dalla quale si staccano massi e rocce che precipitano sulla strada sottostante”. “Le piogge scroscianti, torrenziali e incessanti di questi giorni e i cambiamenti climatici con i quali l’Abruzzo ha purtroppo dovuto fare i conti negli ultimissimi anni – evidenzia il Consigliere – hanno messo a nudo l’estrema fragilita’ di una cospicua parte del territorio regionale. Territorio regionale le cui criticita’ sono molteplici e diversificate”. “Lungi da me la volonta’ di strumentalizzare e speculare su una vicenda assai delicata e che rischia, se non affrontata in tempi estremamente celeri, di mietere vittime – rimarca Bracco – rivolgo un appello al governo regionale affinche’ si attivi nel piu’ breve tempo possibile per contribuire insieme alla Provincia di Chieti alla risoluzione della questione viaria che riguarda la frazione Guardiola di Fresagrandinaria. Una frazione – conclude Leandro Bracco – sulla cui strada transitano ogni giorno centinaia di veicoli i cui conducenti devono avere la certezza che la propria sicurezza e incolumita’ siano garantite non parzialmente bensi’ nella loro interezza”. In PrimaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.