Abruzzo, Consiglio regionale. Colle Caprino, Balducci scrive a D'Alfonso

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 14 novembre 2017. Il vice Capogruppo del Pd, Alberto Balducci ha inviato una lettera al Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso al Presidente della Provincia Antonio Di Marco, al sindaco di Pescara Marco Alessandrini e per conoscenza all’Ing. Matteo Castiglioni, responsabile coordinamento territoriale Area Adriatica Anas, per sollecitare una “valutazione, nella misura piu’ consona e piu’ utile possibile, delle forme di finanziamento per l’immediata realizzazione dello svincolo di Colle Caprino”. “Pescara – scrive Balducci – ha una strutturazione viaria di accesso alla citta’ allo stato incompleta, dovuta al fatto che dopo la realizzazione dello svincolo di via Tirino risulta manchevole dello svincolo di Colle Caprino a servizio dell’agglomerato dei Colli di Pescara. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 12, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Tenuto conto che nella citta’ di Pescara si sono realizzate o sono in corso di completamento importanti opere infrastrutturali e’ di tutta evidenza che il completamento di questa rete di facilitazione veicolare trova il compimento proprio nella realizzazione dello svincolo suddetto”. “L’esecuzione di tale opera – rimarca Balducci – risulta “strategica” in quanto avra’ lo scopo di snellire il flusso veicolare proveniente da Nord, che quotidianamente si immette nella citta’, alleggerendo il traffico presente nella zona dei Colli e diretto verso la basilica della Madonna dei Sette Dolori, ubicata in un’area che non presenta un sistema viario in grado di sopportare le oltre 20.000 auto che allo stato attuale la attraversano quotidianamente”. In SecondaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.