Pescara. Mercato in via Caduti per Servizio

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 22 luglio 2015. Esperito il bando per gli operatori, a Fontanelle arriverà il primo mercato rionale di sabato della città di Pescara, questo l’annuncio fatto dal sindaco Marco Alessandrini e dall’assessore al Commercio Giacomo Cuzzi, insieme al consigliere Piernicola Teodoro e ai rappresentanti degli Uffici del settore Commercio presso i locali comunali di via Caduti per Servizio, vicino agli spazi individuati per il mercato.Nel link che segue le foto della conferenza: https://www.dropbox.com/sh/a90peuhxlmftb5m/AACoyMJouWmm8pVgoHTQNHkca?dl=0 Nel link che segue e in allegato la delibera di giunta con schema del mercato: http://www.comune.pescara. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio stampa del Comune di Pescara. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 15, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. it/files/albo_pretorio/201507/2015-GC-0433.pdf “Questo atto amministrativo che nasce su una sollecitazione che ci arriva direttamente dalla gente del quartiere vuole offrire un’opportunità – afferma il sindaco Marco Alessandrini – che è quella del recupero di respiro per un comparto sofferente qual è quello del commercio, in questo caso piccolo che fa fatica per la congiuntura, ma che è soprattutto quello di portare un servizio in una zona che ne è sprovvista, dando alle famiglie l’occasione di fare la spesa risparmiando come avviene altrove. Inoltre ribadisco il concetto di città policentrica nella volontà di vedere risolte altre due situazioni nella zona, che sono i lavori dell’attesa palestra che stanno proseguendo e che verranno ultimati perché ci siano spazi che sono rimasti a lungo inutilizzati e la questione del sottopasso di Fontanelle, che da quando ci siamo insediati ci vede impegnati perché questa parte di città è tagliata in due da quando il passaggio è chiuso per via del provvedimento giudiziario conseguente alla morte di una persona. La richiesta di attenzione che ci arriva dalla gente e di cui si fa portatore anche don Massimiliano De Luca va benissimo, questa zona ha bisogno di servizi che per anni con l’idea delle città dormitorio la politica non ha prodotto, ora il concetto di città sta cambiando ed è il momento di avviare un cammino differente”. “La delibera c’è, la struttura comunale sta lavorando, tempi tecnici per l’indizione del bando e l’assegnazione dei posti e verremo ad inaugurare il primo mercato del sabato per la nostra città e un luogo di servizio per la comunità di Fontanelle – così l’assessore al Commercio Giacomo Cuzzi – Sarà un traguardo che avrà due valenze, quella di dare una risposta alla cittadinanza e di favorire servizi che qui mancano. Nella delibera approvata in Giunta si prevedono 18 postazioni individuate nella zona adiacente che non prevede problemi per il traffico: 2 per frutta e verdura, 3 di alimentari, 8 per produttori, 1 per prodotti ittici, 1 per florovivaisti, 1 calzature e 1 di abbigliamento. Un risultato importante anche alla luce degli appelli che ci arrivano da don Massimiliano De Luca, perché il rischio degrado a cui la periferia è sottoposta si vince con provvedimenti anche di questo segno, che lanciamo in via sperimentale, per migliorarne l’effetto insieme alla gente”. “Il mercato arriva su richiesta dei cittadini – dice il consigliere Piernicola Teodoro, fra i proponenti dell’iniziativa – perché questa zona ne è sprovvista e perché è una zona abitata da una parte della città che per età e condizione con difficoltà può spostarsi per andare a cercare ciò che manca. Per questo quando tale istanza si è manifestata l’abbiamo girata subito all’Amministrazione perché la facesse proprie e così è stato”. L’invito è che l’Amministrazione non abbassi il livello di cura e attenzione per la periferia e per Fontanelle, ribadito da don Massimiliano De Luca e dall’associazione Insieme per Fontanelle presente all’incontro: “Questo è un quartiere che in verità ne raggruppa tre, c’è Fontanelle delle case popolari, c’è quella del nucleo storico e quella delle case nuove. La parrocchia è uno dei luoghi dove queste tre identità si uniscono ed è importante trovare altri luoghi che riescano a fonderle in modo positivo, per questo è nata l’idea del mercato da rilanciare insieme ad altre occasioni che puntino a tale scopo indispensabile da intraprendere”. Pescara, 22 luglio 2015 | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...