Avviata, con il contributo di un funzionario dell’Arta Abruzzo, la redazione del nuovo Piano Nazionale Radon.

Le ultime dall’Arta Abruzzo, Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015 | Pescara – 25 novembre 2015. L’attuazione della Direttiva 2013/59/Euratom, che stabilisce fondamentali norme di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, include la redazione del nuovo Piano Nazionale Radon. Il processo di redazione del Piano si avvale del contributo del Dott. Sergio Palermi, funzionario tecnico Fisico dell’Arta, inserito nel Gruppo di Lavoro nazionale per la “Elaborazione di proposte per il nuovo Piano Nazionale Radon previsto dalla Direttiva 2013/59/Euratom”. Il Gruppo, che ha gia’ avviato la propria attivita’, e’ coordinato dal dott. Francesco Bochicchio dell’Istituto Superiore di Sanita’, ed e’ composto anche dal dott. Giancarlo Torri dell’Ispra, dalla Dott.ssa Silvia Bucci dell’Agenzia ambientale della Toscana, dalla Dott.ssa Concettina Giovani dell’Arpa Friuli – Venezia, dal Dott. Flavio Trotti dell’Arpa Veneto e dalla Dott.ssa Rosabianca Trevisi dell’INAIL. Ai lavori partecipano anche gli esperti del Ministero della Salute, Dott. Paolo Rossi e Dott. Alessandro Magliano, e la Dott.ssa Carmela Carpentieri e il Dott. Gennaro Venoso dell’Istituto Superiore di Sanita’. Nel formulare al Gruppo di Lavoro i migliori auguri, rileviamo come ancora una volta emerga il valore della conoscenza detenuta nel Sistema nazionale di protezione ambientale, che si pone come caposaldo fondamentale nel supporto tecnico-scientifico ai decisori. Esprimiamo inoltre soddisfazione per la scelta del Dott. Sergio Palermi, la cui professionalita’ gia’ nota ed apprezzata in Abruzzo, e’ riconosciuta anche a livello nazionale. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio informazione e comunicazione dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 11, anche mediante il sito internet dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...