Calcio, Teramo. Sabato ad alta quota all’”Acquaviva”: di fronte i due team imbattuti

Calcio, le ultime sui biancorossi. Teramo – 27 novembre 2015 | Sabato ad alta quota all’”Acquaviva”: di fronte i due team imbattuti. Sabato-spettacolo al Centro sportivo ‘Acquaviva’. Scenderanno, infatti in campo, per il campionato ‘Berretti’, Teramo e Arezzo (ore 14:30), le due mattatrici del girone, per l’undicesimo turno di campionato. Biancorossi e amaranto sono tuttora imbattuti, ma gli aretini sono gli unici ad aver sempre vinto in questo inizio di stagione e governano la generale con sei punti di vantaggio proprio sui ragazzi guidati da Rinaldo Cifaldi. Mister, come pensa di opporsi all’ostico Arezzo? “Bisogna affrontare la partita soprattutto con lo spirito giusto, e’ una gara come tutte le altre, i ragazzi sanno che devono cercare in primis la prestazione. Se entreranno in campo con la stessa spensieratezza che ci ha portati ad essere la vice-capolista del torneo, sicuramente il risultato arrivera'”. Si aspettava di essere in questa posizione nella pre-season? “La classifica non la guardavo quando allenavo gli Over, figuriamoci adesso che alleno questi splendidi ragazzi. I conti si faranno alla fine, ma potremo festeggiare solo se ci sara’ piena coesione nel gruppo”. Si sfideranno due formazioni che hanno quasi lo stesso ruolino di marcia. Proseguira’ con il medesimo filone tattico? “Non cambio il modo di giocare, indipendentemente dall’avversario che incontriamo. Abbiamo affrontato Avellino e Lupa Roma giocando sempre alla stessa maniera. Conserviamo qualche rimpianto per come si e’ concluso l’incontro con la Lupa: ci siamo trovati in sei occasioni davanti al portiere avversario, ma non siamo riusciti a concretizzare. È la conferma che per vincere non dipende soltanto da noi”. Vorrebbe vedere un pubblico ‘importante’ per questa gara ad alta quota? “Lo spero in misura maggiore per i ragazzi, che hanno bisogno di un supporto dalla tifoseria”. Ci sono alcune defezioni in formazione che la preoccupano? “In settimana abbiamo avuto piccoli problemi, come Di Martino causa mal di stagione, ma sta rientrando gradualmente. Confido molto sul valore del gruppo”. Chi dei suoi atleti e’ pronto per il grande salto? “Non ci sono nomi da fare: e’ un gruppo unito di ragazzi che vogliono giocare a calcio dando il meglio per loro stessi e per la squadra. Mi piace il modo con il quale affrontano le partite e come si impegnano durante la settimana. Il bello di allenare in un settore giovanile e’ quello di vedere in futuro qualche ragazzo giocare in un palcoscenico professionistico”. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa del Teramo Calcio.

Leggi anche...