Pubblicata la delibera di Consiglio Comunale n. 134 del 30/10/2015 di approvazione del nuovo Regolamento SUAP del Comune di Pescara

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 01 dicembre 2015. In data 26/11/2015, con scadenza 10/12/2015, è stata ufficialmente pubblicata la delibera di Consiglio Comunale n. 134 del 30/10/2015 di approvazione del nuovo Regolamento SUAP del Comune di Pescara. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio stampa del Comune di Pescara. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 10, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Pertanto lo stesso sarà operativo dopo 10 giorni dalla sua pubblicazione, ossia dal 06/12/2015. Il SUAP – Sportello Unico per le Attività Produttive, come Servizio dell’Ente, è stato ufficialmente istituito il 23 ottobre 2001 sulla base del Decreto Legislativo n. 112/1998 – "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali" che al capo IV, articolo 23, istituiva lo Sportello Unico per le Attività Produttive. A solo titolo di pro-memoria si ricorda come, con il concetto di SUAP, siano stati fin da allora istituiti per la prima volta nuovi principi, innovativi per l’epoca, atti a superare l’organizzazione settoriale dei servizi comunali (edilizia, urbanistica, ambiente, servizi amministrativi, ecc..) ed a porsi come elemento di coordinamento di Enti Terzi extra comunali. Ciò al fine di favorire, per quanto possibile, la “sburocratizzazione” e lo “snellimento” di tutti gli atti tecnici ed amministrativi connessi con l’insediamento delle imprese, al fine di consentire la semplificazione delle procedure presso le varie istituzioni e la Pubblica Amministrazione in genere. In seguito altri importanti e più dettagliate normative nazionali sono entrate in vigore per regolamentare il funzionamento del SUAP ; parliamo del D.P.R. 447/1998, successivamente e principalmente aggiornato con il D.P.R. 440/2000, poi sostituiti con il più recente DPR 160/2010 tutt’ora vigente ed operante a livello nazionale. Il SUAP si occupa principalmente della localizzazione degli impianti produttivi di beni e servizi, realizzazione, ristrutturazione, ampliamento, cessazione, riattivazione e riconversione di attività produttive, nonché l’attivazione di procedimenti riguardanti opere edilizie di qualsivoglia genere ai fabbricati ed unità immobiliari adibite ad uso d’impresa commerciale o artigianale. Il Servizio, in tal senso, è chiamato ad esercitare le funzioni di carattere: § amministrativo, per la gestione del procedimento unico, o in ogni caso di tutti i procedimenti comunque attivati; § informativo, per l’assistenza e l’orientamento alle imprese ed all’utenza in generale, attraverso i propri uffici di front-office e back-office, documentazioni informativa e modulistiche personalizzate nonché un proprio ed esclusivo portale web; § promozionale, per la diffusione e la migliore conoscenza delle opportunità e potenzialità esistenti per lo sviluppo economico del territorio, attraverso le stesse modalità divulgative di cui al precedente punto. Il Servizio gestisce in materia unitaria, introducendo il concetto di domanda e procedimento unico, le istanze presentate dalle imprese e dagli utenti in genere, utilizzando in ottemperanza alla normativa vigente il canale telematico per la ricezione e l’istruttoria delle pratiche SUAP. Per le finalità individuate dal DPR 160/2010, di semplificazione, snellezza e rapidità, efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa, il SUAP è pertanto individuato e confermato come unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive. Pertanto, per una corretta e totale attuazione della filosofia che anima il concetto di Sportello Unico per le Attività Produttive, il Servizio ritiene di doversi dotare di un insieme di strumenti atti a favorire da parte degli utenti e delle imprese, la fruizione sempre più completa dei servizi offerti dal Servizio SUAP con particolare riferimento, nel caso di specie ad un nuovo specifico Regolamento Comunale, in recepimento del citato DPR 160/2010, oltre a processi di informatizzazione più funzionali di quelli attuali, più aderenti alle normative e soprattutto più consoni alle dimensioni, necessità ed immagine della realtà locale. Da qui, pertanto, è nata la necessità di un nuovo strumento che fornisca, in recepimento della normativa SUAP con particolare riguardo al DPR 160/2010, modalità operative certe ed adeguatamente codificate al fine di fornire all’utenza, che quotidianamente si confronta con lo Sportello e quindi con la nostra Amministrazione Comunale, un utile strumento guida. Il Regolamento definisce il SUAP come un classico strumento di semplificazione amministrativa che utilizza a sua volta ulteriori strumenti di semplificazione (conferenza di servizi, SCIA, silenzio assenso, accordo tra amministrazione e privati ecc.) al fine di snellire i rapporti tra Pubblica Amministrazione ed utenza. Il Regolamento in oggetto, parallelamente si pone anche come manuale per l’utenza in vista della imminente attivazione del sistema informatico Regionale ARIT che consentirà l’attivazione di un ulteriore step di standardizzazione e di trasparenza dei processi procedimentali, con notevoli vantaggi in termini di semplificazione, trasparenza ed efficienza della macchina amministrativa e del SUAP comunale in particolare. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...