Pescara. Controlli durante un posto di blocco: un arresto

Le ultime notizie dalle Questure | Pescara – 01 dicembre 2015. In relazione ai gravissimi attacchi terroristici di Parigi e con particolare riferimento alla situazione di crisi internazionale che vede la recrudescenza di episodi terroristici di matrice fondamentalista islamica, su disposizione del Ministero dell’Interno-Dipartimento di Pubblica Sicurezza sono stati intensificati, in ambito nazionale, i servizi di controllo del territorio anche mediante l’attuazione di posti di controllo e posti di blocco. Nel pomeriggio di ieri, nel corso dei controlli posti in essere in un posto di blocco da parte del personale della Polizia di Stato, veniva fermata un’autovettura Alfa Romeo 147 con a bordo un cittadino albanese che da accertamenti risultava sprovvisto di permesso di soggiorno; l’uomo, identificato per D. M. di anni 31 già colpito da provvedimento di espulsione nel 2006 ed accompagnato alla frontiera di Bologna, faceva rientro sul territorio nazionale senza l’autorizzazione delle autorità competenti, dopo aver cambiato le sue generalità, per cui veniva tratto in arresto per la violazione della normativa sugli stranieri. Al termine degli atti di rito, su disposizione del P. M. di turno, veniva trattenuto presso la locale camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio informativo della Questura di Pescara. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 11, anche sulle pagine del portale web della Polizia di Stato, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web della Polizia di Stato. In PrimaPagina su AN24.

Leggi anche...