A PINETO PARTE IL QUESTION TIME APERTO AI CITTADINI

Le ultime dal Comune di Pineto | Pineto – 01 dicembre 2015. Parte anche a Pineto il Question Time per i cittadini. Il regolamento per questo nuovo strumento è stato approvato nel corso del consiglio comunale che si è svolto ieri sera. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio informativo del Comune di Pineto. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 16, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “Abbiamo voluto dare ai cittadini di Pineto questa possibilità perché crediamo possa essere un modo molto efficace per ridurre la distanza che si può creare tra istituzioni e il territorio”, ha commentato il presidente del Consiglio comunale Ernesto Iezzi. In base al regolamento, ogni cittadino residente nel comune, singolo o in forma associata, potrà presentare una interrogazione rivolta all’Amministrazione. Potranno presentare interrogazioni anche titolari, pur se non residenti, di attività imprenditoriali che insistono sul territorio. Le richieste potranno essere inviate via mail agli indirizzisegreteria.sindaco@comune.pineto.te.it epresidente.consiglio@comune.pineto.te.it, oppure recapitate all’Ufficio Protocollo dell’ente, e compilate con il modulo che sarà disponibile sul sito web del Comune. Le interrogazioni dovranno avere come oggetto le tematiche comprese tra le competenze del Comune, e saranno escluse quelle che avranno contenuto puramente strumentale o contrario alla legge e alla decenza, che costituirebbero una violazione alla privacy di terzi, che ineriranno a questioni meramente tecnico-burocratiche o che riguarderanno materie già trattate in consiglio comunale. Di regola, le sedute per la discussione delle interrogazioni verranno calendarizzate ogni primo venerdì dei mesi pari, e potranno essere discusse da un minimo di tre ad un massimo di sei interrogazioni. “Crediamo che sia molto importante mantenere aperto e vivo il canale di comunicazione tra le istituzioni e i cittadini – ha aggiunto il presidente Iezzi – Abbiamo voluto far partire questa sperimentazione per dodici mesi, anche per capire al termine quali possono essere gli aspetti da migliorare, e pensiamo che questo strumento possa essere molto utile per rispondere in maniera puntuale a quelle che sono le legittime domande dei cittadini”. Sempre nel consiglio comunale di ieri, è stato approvato l’acquisto da parte della Farmacia comunale di un nuovo spazio, sito a fianco dell’attuale sede e con annesso terreno retrostante, per le attività della stessa. “Con grande orgoglio possiamo dire che la nostra farmacia comunale sta crescendo sempre di più, anche grazie all’ottimo operato dell’attuale Cda e degli amministratori che negli anni hanno creduto in questo progetto – ha commentato il sindaco Robert Verrocchio – Ci troviamo di fronte ad una impresa solida e in attivo, e con l’acquisto dei nuovi spazi avrà anche la possibilità in futuro di far partire nuovi servizi per tutta la città e non solo, come ad esempio il servizio di analisi oppure il servizio vaccinazioni, sempre con la consapevolezza che gli utili della farmacia verranno sempre reinvestiti per il nostro territorio”. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...