Abruzzo, Consiglio regionale. Pietrucci (PD):precisazioni in merito a Abruzzo Engineering

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 02 dicembre 2015. Di seguito il comunicato del Consigliere del PD, Pierpaolo Pietrucci, sulla vicenda di Abruzzo Engineering: “Nel presentare un esposto alla Corte dei Conti su un argomento cosi’ complesso come la vicenda di Abruzzo Engineering, bisognerebbe sentire il dovere e avere la cura di informarsi su fatti e cifre reali. In relazione a questo, e come firmatario del progetto di Legge 126/2015, recante “Disposizioni riguardanti Abruzzo Engineering S.C.P.A, poi approvato dal Consiglio regionale, sento la necessita’ di fare alcune puntualizzazioni a beneficio del Consigliere Ranieri e di tutti coloro ai quali evidentemente, della ricostruzione della citta’ Capoluogo d’Abruzzo, poco importa. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 11, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Dalle informazioni in mio possesso, il personale di AE impiegato nella “Ricostruzione” con la convenzione richiamata del 15 settembre e’ pari a 121 unita’ e non 111. Mi pare che il costo non sia quello dichiarato nell’esposto dal Consigliere Ranieri, in cui e’ indicata una cifra comprensiva di IVA , ma di quasi 1000 euro di meno al mese per persona, comprensivo, peraltro, di postazione ufficio, computer, software, stampanti, toner cancelleria, vetture per sopralluoghi e interventi. Ritengo questo un costo assolutamente in linea, quando non inferiore, a parita’ di livello degli altri soggetti impiegati nelle attivita’ di “Ricostruzione” . Sulla legittimita’ dell’affidamento si e’ espressa, con parere piu’ autorevole di Ranieri, l’Avvocatura dello Stato il 01.09.2015 e l’economicita’ dello stesso e’ verificabile presso gli uffici della “Ricostruzione” in qualsiasi momento. Mi consta inoltre, che l’affidamento di “lavori” avvenga da parte dell’USRA, soggetto costituito proprio da Regione Abruzzo, insieme ad altri enti e ministeri. Non c’e’ nessuna competizione con gli “idonei” del concorsone, perche’ AE fornisce un servizio tecnico onnicomprensivo che si chiude alla fine delle convenzioni stipulate e che non ha nulla a che fare con la rivendicazione di un’assunzione a tempo indeterminato presso gli Enti, come peraltro gia’ sancito da una recente sentenza del TAR. Penso infine che il collega Consigliere Ranieri sia male informato anche rispetto ai presunti fondi Europei da utilizzare per sostenere AE, cosa assolutamente falsa e riscontrabile nel piano industriale a lui illustrato, come agli altri colleghi Consiglieri, e che puo’ essere visionato nella sua puntualita’ in qualsiasi momento. Come firmatario del Progetto di Legge discusso e approvato dal Consiglio Regionale, mi sono assunto la responsabilita’ di salvaguardare un’Azienda della quale l’attuale governo regionale ha ereditato un contenzioso di circa 30 milioni di euro, imputabili e creati da altre gestioni e governi regionali, e di chiuderli a 4,5 milioni di euro. Ultimo, ma non meno importante, con la mia legge abbiamo dotato AE di un piano industriale che nel rapporto uscite-maggiori introiti e’ quasi a costo zero per per la Regione Abruzzo. Alla definitiva partenza di questo Piano Industriale sara’ adesso responsabilita’ della Societa’, con oculata gestione avviata, dimostrarne efficienza e sostenibilita'”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.

Leggi anche...