Emergenze degli istituti superiori in citta’ e provincia: Di Marco incontra i dirigenti scolastici

Le ultime dalla Province abruzzesi | Pescara – 03 dicembre 2015. Per le Province e’ un momento di assoluta emergenza. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio informativo della Provincia di Pescara. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 17, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. I problemi derivanti dal percorso di riforma e riassetto istituzionale sancito dalla Legge 56 del 2014, si sta complicando per i risvolti tecnico amministrativi non ancora definiti nelle modalita’ e nei tempi. Questo comporta problemi di organizzazione e tempistica dei lavori gia’ programmati, poiche’ le Province non possono piu’, allo stato attuale, impegnarsi in investimenti che comportano mutui e rateizzazioni, nonche’ in opere per le quali sono necessarie programmazioni pluriennali. Per questo il Presidente della Provincia Antonio Di Marco ha voluto organizzare oggi un incontro con i dirigenti scolastici della provincia. Con loro ha condiviso alcune riflessioni sullo stato dell’arte relativamente alle attivita’ rivolte all’edilizia scolastica, che sono drammaticamente penalizzate dalla insufficienza delle risorse economiche. Hanno partecipato all’incontro 16 su 18 dirigenti, e precisamente, quelli dell’Istituto di Cuppari di Cepagatti, Maria Teresa Marsili, del liceo scientifico di Montesilvano, Natalina Ciacio, dell’Istituto Alessandrini di Montesilvano, Carlo Di Michele, dell’istituto Mario dei Fiori di Penne, Eleonora Dell’Oso, dell’Istituto Tecnico Marconi di Penne, Angela Pizzi, dell’istituto Misticoni-Bellisario,Gabriella Consolazio, dell’Istituto A.Volta, Maria Pia Lentinio, dell’istituto Di Marzio, Daniela Massarotto, dell’Alberghiero di Pescara, Alessandra Di Pietro, dell’Istituto Acerbo, Annateresa Rocchi, dell’istituto Aterno-Manthone’, Antonella Sanvitale, del liceo classico D’Annunzio, Donatella D’Amico, del liceo scientifico Da Vinci,Giuliano Bocchia, del liceo Marconi, Florideo Matricciano, dell’Istituto Amedeo Savoria di Popoli, Patrizia Corazzini, e per conto del dirigente del scientifico Galilei, il prof. Giovanni Paoletti.”E’ stata – ha dichiarato Antonio Di Marco – una lunga e proficua riunione di lavoro, durante la quale abbiamo illustrato lo scenario nel quale ci troviamo, a causa della trasformazione delle Province nei nuovi enti d’area vasta. Pur mantenendo le deleghe all’edilizia scolastica e alla viabilita’, il Governo ha deciso di tagliare alle Province italiane, nella prossima Finanziaria, 500 milioni di euro. A fronte di un fabbisogno documentato per le nostre scuole di oltre 5 milioni di euro, per ora abbiamo incassato solo 600.000,00 euro dalla Regione Abruzzo per l’Alberghiero. Siamo in grande difficolta’ e per questo dobbiamo remare nella stessa direzione cercando di dialogare e di risolvere i problemi. Dai dirigenti scolastici, oggi, sono pervenute parecchie proposte utili, come quella di scrivere autonomamente ai parlamentare abruzzesi, per portarli al corrente di quello che accadra’ se la Finanziaria sara’ votata cosi’ com’e’. “” Credo – conclude Di Marco – di aver raggiunto l’obiettivo che mi ero posto: concertare le iniziative, comunicare tra noi, far capire all’esterno la gravita’ del momento che non ci permette di disporre di fondi per la manutenzione ordinaria, dialogare con le famiglie, intercettare tutte le forme di finanziamento disponibili, gestire la scuola come un buon padre di famiglia”. Riepilogo Interventi | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In PrimaPagina su AN24.

Leggi anche...