Abruzzo, Consiglio regionale. Febbo in merito a partecipazione Regione a Cop21 Parigi

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 04 dicembre 2015. “Dopo la bocciatura del Masterplan da parte del Governo Renzi, la Regione Abruzzo si consola con un nuovo primato conquistato a Parigi, dove vanta la delegazione piu’ numerosa alla 21esima Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici “. E’ quanto dichiara il Presidente della Commissione di Vigilanza, Mauro Febbo. “Sono oltre dieci i rappresentanti della nostra regione presenti in Francia, guidati dal sottosegretario Mazzocca – spiega Febbo – e costituiscono il gruppo piu’ corposo, non solo tra le Regioni, ma anche tra gli Stati. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informativo del Consiglio. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 13, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. E’ l’ennesima chiara dimostrazione che la Giunta D’Alfonso e’ molto piu’ attenta alla forma che alla sostanza, attuando quei metodi che hanno portato l’Abruzzo al dissesto: emerge infatti una chiara strategia di promozione del Presidente e della Giunta che utilizza tutti i canali a disposizione, dalle affissioni auto celebrative dei 6×3, all’acquisto di spazi pubblicitari su siti internet e televisioni , senza tralasciare l’organizzazione di grandi eventi . Inoltre e’ possibile notare un intenso presenzialismo che non trascura nessun luogo o evento a livello regionale ed extra regionale, dove garantire la partecipazione di qualche componente della Giunta, in primis del Presidente che documenta tutti i suoi spostamenti con album fotografici e un aggiornato diario di bordo anche quando gli capita, molto spesso a dire il vero, di trovarsi all’estero. Portero’ la questione all’attenzione sia del Consiglio regionale, sia dell’Autorita’ di Gestione del progetto Ipa . Del resto, che l’attenzione al marketing fosse un punto chiave del ‘D’Alfonso pensiero’ era chiaro sin dalla campagna elettorale – conclude Febbo – ma e’ stato confermato anche in questi 2 anni di governo regionale, nel corso dei quali sono stati propinati agli abruzzesi innumerevoli spot promozionali, ma ben pochi atti concreti. Altro che Regione facile e veloce: politicamente e amministrativamente l’Abruzzo torna indietro di 20 anni”. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.

Leggi anche...