A dicembre Pescara viaggia nel tempo

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 04 dicembre 2015. “A mio avviso, anche la programmazione culturale di un solo mese deve avere una linea e degli obiettivi. Il passato e il futuro, la storia e l’innovazione caratterizzeranno la programmazione del mese di dicembre dell’Assessorato alla Cultura di Pescara. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio informativo del Comune di Pescara. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 14, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Stiamo preparando due grandi eventi complementari, dedicati sia a farci vivere con pienezza e interesse il nostro passato e le nostre radici storiche e sia alla promozione dell’innovazione, delle nuove tecnologie e di una cultura e di una qualità della vita che guardi al futuro. Vogliamo che questa esperienza culturale di dicembre parta da una struttura che arriva dal nostro passato, l’Aurum, pensata però con una modernità tale da renderla luogo di contemporaneità e si concluda in una grande struttura “futuristica” trasparente e riscaldata che sarà temporaneamente collocata in un luogo centrale della nostra città ed ospiterà grandi istallazioni di arte digitale, concerti di musica elettronica, convegni e dibattiti sull’innovazione. Il nostro passato, quindi, sarà il primo dei mondi culturali che proporremo alla città, dal 10 al 19 dicembre all’Aurum, con un grande evento unico dedicato alla storia cittadina, quel è “Le radici del futuro – da Ostia Aterni alla Pescara del domani”. Una simbolica passeggiata nel tempo, attraverso la micro e la macro storia della città, a cura dell’Assessorato alla Cultura in collaborazione con le Soprintendenze ai beni culturali, l’Archeoclub, l’Archivio di Stato e altri Enti e Istituzioni. L’Aurum diventerà una grande carta dell’identità cittadina, che si manifesterà attraverso molti coinvolgenti aspetti mai davvero indagati, per interagire con tutta la nostra comunità. Un percorso millenario, che parte dal periodo romano e arriva ai giorni nostri, pronto a cedere il posto al futuro. L’altro evento, la prima edizione del Future Fest, sarà luogo di coagulo e approfondimento di una serie di interessi che il nostro territorio manifesta da sempre di avere: quello per le nuove tecnologie, per l’innovazione anche in campo dell’ecologia, del lavoro e della qualità della vita, di concerti di musica elettronica e arte digitale. Un festival che appena dopo Natale radunerà non solo artisti, opere avveniristiche o avventure culturali, bensì progetti che riguardano lo studio della scienza e la scoperta del cielo e le buone pratiche che ci portano vicino ad un futuro che possiamo realizzare. Parte, quindi, dalla città una sorta di messaggio dal passato verso il futuro, e abbiamo voluto chiudere la programmazione culturale del 2015 con questo salto in avanti nel tempo perché siamo consci che Pescara sia una città capace di accoglierlo e diventare esempio di un dialogo che non può essere interrotto, quello fra passato e futuro, fra la città di ieri che vuole crescere e diventare la città di domani”. A breve le due rispettive conferenze stampa degli eventi nei quali si illustreranno tutti i dettagli”. Pescara, 4 dicembre 2015 | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...