L’Aquila. Chiusura di Anagrafe, Stato civile e delegazioni dal 7 all’11 dicembre

Le ultime dal Comune di L’Aquila | L’Aquila – 05 dicembre 2015. Si ricorda che l’Anagrafe e lo Stato civile del Comune dell’Aquila saranno chiusi al pubblico dal 7 all’11 dicembre. La chiusura in quei 4 giorni (l’8 è festivo) riguarderà lo sportello per il rilascio delle carte d’identità e dei certificati, le altre strutture dell’anagrafe (ufficio cambi di residenza e di abitazione, ufficio stranieri, Aire, ecc.), lo stato civile e le delegazioni. A partire dal 7 dicembre non potranno essere rilasciati neanche i certificati attraverso l’anagrafe on line. L’interruzione del ricevimento del pubblico nei giorni in questione si è resa necessaria per perfezionare la migrazione dei dati dal sistema attuale al nuovo software dei Servizi demografici, e per consentire agli ufficiali d’anagrafe e di stato civile di adempiere alle operazioni necessarie per la gestione delle pratiche sul nuovo programma. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di L’Aquila. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 12, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Saranno operativi unicamente i servizi essenziali, vale a dire le denunce di morte e quelle di nascita in scadenza. In quell’arco di tempo le carte d’identità ai residenti all’Aquila – che dimostrino di averne bisogno per comprovati motivi di necessità e urgenza – potranno essere rilasciate da otto Comuni confinanti con il capoluogo: Tornimparte, Sant’Eusanio Forconese, Fossa, San Demetrio, Pizzoli, Poggio Picenze, Scoppito e Ocre. Gli interessati dovranno prendere contatto con i predetti Comuni per verificare gli orari di apertura al pubblico. Gli uffici dei servizi demografici del Comune dell’Aquila riapriranno regolarmente il 14 dicembre. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In PrimaPagina su AN24.

Leggi anche...