Teramo, Provincia. Relazioni industriali. Riunione per la Hatria di Sant’Atto Sindacati preoccupati, l’azienda rassicura

Le ultime dalla Province abruzzesi | Teramo – 11 dicembre 2015.         Con la partecipazione del presidente Renzo Di Sabatino, si è riunito questa mattina in Provincia il tavolo delle relazioni industriali per esaminare, su richiesta dei sindacati,  la situazione aziendale della Hatria di Sant’Atto.   La Hatria – ex gruppo Marazzi oggi di proprietà della Cobe Capital Fondo Proprietario – è uno storico insediamento industriale che produce sanitari nella zona industriale di Teramo; i sindacati hanno manifestato “forte preoccupazione sulle prospettive a causa del ricorso alla cassa integrazione guadagni ordinaria, unitamente ad un contratto di solidarietà difensivo”, una situazione che causerebbe “timori per le prospettive future”. L’amministratore unico dell’azienda, Vincenzo Panza, e il responsabile dei servizi amministrativi e finanziari, Mario Di Febo, hanno confermato la volontà di un “piano di rilancio e di investimenti” anche se, hanno sottolineato “il perdurare del grave stato di crisi dei mercati di riferimento ha dovuto prevedere il ricorso alle forme di ammortizzatore sociale”.  Le attività poste in essere, hanno detto, sono tese “al mantenimento degli attuali livelli occupazionali e rappresentano l’unica soluzione capace di scongiurare soluzioni traumatiche ….il tutto è finalizzato a garantire la continuità delle attività aziendali”. Secondo l’azienda sarebbero “in corso operazioni di reclutamento di risorse adeguate, sia sul mercato interno, sul quale è concentrata fortemente l’attenzione, sia sul mercato estero, in particolare Europa Occidentale, Est Europa, Area Balcanica e M.O.  Inoltre, un altro degli obiettivi prioritari della nuova governance, sarebbe quello di incrementare l’attività di comunicazione e marketing per “far conoscere l’elevanto standar qualitativo del prodotto”.   L’incontro si è chiuso con la disponibilità del presidente Di Sabatino a favorire laddove necessario “nuove occasioni di confronto fra le parti”.     La delegazione sindacale era composta da Franco Di Ventura e Serafino Masci rispettivamente dirigente Provinciale della FILCTEM C.G.I.L e segretario provinciale della  FEMCA – C.I.S.L.  di Teramo e dalla Rsu della Hatria. Lo riporta una nota diffusa, in giornata, dal servizio informativo della Provincia di Teramo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 14, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Per Confindustria ha partecipato Salvatore Spadaro mentre per la Provincia Pierluigi Babbicola e Franco Cipolletti. Teramo 11 dicembre 2015       | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In PrimaPagina su AN24.

Leggi anche...