SPOLTORE. SALDO IMU-TASI – SCADENZA 16 DICEMBRE 2015

Le ultime dal Comune di Spoltore | Spoltore – 14 dicembre 2015. SALDO IMU-TASI – SCADENZA 16 DICEMBRE 2015 Il Comune di Spoltore ricorda che il prossimo MERCOLEDI 16 DICEMBRE 2015 scade il termine per il pagamento del saldo dell’IMU (l’Imposta Municipale Propria) e della TASI (il Tributo sui Servizi Indivisibili), sulla base delle aliquote approvate rispettivamente con delibere del Consiglio Comunale n. 26 e n. 27 del 30/06/2015, di seguito riportate, al netto di quanto già pagato in sede di 1° acconto. Il Servizio Tributi del Comune è comunque a disposizione per fornire ogni altro chiarimento o ogni necessaria informazione. ALIQUOTE IMU 2015 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 30/06/2015 Fattispecie Aliquota/detrazione Aliquota ordinaria per tutti gli immobili che non rientrano nelle fattispecie di seguito indicate 1,06% Aliquota ridotta abitazione principale (Cat. A1, A8 e A9) e relative pertinenze (C2, C6, C7) nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie indicate 0,4% Aliquota ridotta unità immobiliari ad uso abitativo (Cat. A1, A2, A3, A4, A5, A6, A7, A8, A9, A11) concesse in uso gratuito a parenti fino al 2° grado in linea retta che le utilizzano come abitazione principale avendo residenza anagrafica e dimora abituale nelle stesse, e relative pertinenze, (Cat. C2, C6, C7) nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate 0,76% Aliquota ridotta per unità immobiliari abitative (Cat. A1, A2, A3, A4, A5, A6, A7, A8, A9, A11) concesse in locazione a canone concertato a soggetto che la utilizza come abitazione principale alle condizioni definite in base alla legge 9/12/1998, n. 431, art. 2, c. 3., e relative pertinenze (Cat. C2, C6, C7) nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate. In tal caso il contribuente dovrà darne comunicazione entro il termine di versamento dell’imposta. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa del Comune di Spoltore, agenzia regionale per la tutela dell’ambiente. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 12, anche mediante il sito internet del Comune di Spoltore, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. 0,86% Aliquota per unità immobiliari ad uso produttivo del gruppo catastale D (ad eccezione dei D10), e categorie C3, C1 0,96% Terreni agricoli 1,06% Aree fabbricabili 1,06% Detrazione per abitazione principale € 200,00 ALIQUOTE TASI 2015 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 27 del 30/06/2015 Fattispecie Aliquota Per le unità immobiliari ad uso abitativo adibite ad abitazione principale del soggetto passivo (Cat. A1, A2, A3, A4, A5, A6, A7, A8, A9, A11) e relative pertinenze (Cat. C2, C6, C7) nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, ivi comprese: – Le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari; – I fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal D.M. 22/06/2008 del Ministero delle Infrastrutture; – La casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito del provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, purchè il coniuge assegnatario vi abbia stabilito la residenza anagrafica e vi abbia la dimora abituale; – Un unico immobile, iscritto i iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forse di polizia ad ordinamento civile e militare, nonché al personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e, fatto salvo quanto previsto dall’art. 28, comma 1, del D. Lgvo 19/05/2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica. – Unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. E’ considerata, inoltre a far data dal 01/01/2015, direttamente adibita ad abitazione principale un ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso. In tal caso l’imposta derivante dall’applicazione dell’aliquota a fianco indicata è applicata in misura ridotta di due terzi. Le condizioni attestanti il possesso dei requisiti per usufruire della agevolazione del presente comma dovranno essere dichiarate in apposita autocertificazione da presentarsi entro la scadenza del versamento della seconda rata. 0,19% Fabbricati rurali strumentali (stalle, depositi attrezzi, ecc.) Cat. D10 0,1% Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati 0,25% Fattispecie esenti Unità immobiliari ad uso abitativo (Cat. A1, A2, A3, A4, A5, A6, A7, A8, A9, A11), e relative pertinenze (Cat. C2, C6, C7) nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, concesse in uso gratuito a parenti fino al 2° grado in linea retta che le utilizzano come abitazione principale avendo residenza anagrafica e dimora abituale nelle stesse. Esente Unità immobiliari ad uso abitativo (Cat. A1, A2, A3, A4, A5, A6, A7, A8, A9, A11), e relative pertinenze (Cat. C2, C6, C7) nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, concesse in locazione a canone concertato a soggetto che le utilizza come abitazione principale alle condizioni definite in base alla L. 9/12/1998, n. 431, art. 2, c. 3. In tal caso il contribuente dovrà darne comunicazione entro il termine di versamento dell’imposta Esente Unità immobiliari produttive appartenenti al gruppo catastale D (ad eccezione dei D10) e alle cat. C1 e C3 Esente Per tutti gli immobili che non rientrano nelle fattispecie sopra indicate comprese le aree fabbricabili e i terreni agricoli Esente | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web del Comune di Spoltore.

Leggi anche...