Dati Istat. Movimento turistico nel 2014

Dati e proiezioni dall’Istat, Istituto nazionale di statistica | 14 dicembre 2015. Nel quadro del progetto di maggiore integrazione nella produzione e comunicazione delle informazioni statistiche, per la prima volta l’Istat diffonde congiuntamente i dati sul movimento turistico dal lato dell’offerta e della domanda. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informativo dell’Istat, Istituto nazionale di statistica. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 12, anche sulle pagine del portale web dell’Istat, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Nel 2014 le presenze dei clienti nel complesso degli esercizi ricettivi sono circa 377,8 milioni (+0,3% rispetto al 2013) e 106,6 milioni gli arrivi (+2,6%). Negli esercizi alberghieri si rilevano circa 84,2 milioni di arrivi e 254,9 milioni di presenze, in aumento sul 2013 rispettivamente dell’1,9% e dello 0,1%; la permanenza media cala leggermente (3,03 notti, pari a -0,05). Negli esercizi extra-alberghieri si registrano 22,3 milioni di arrivi, in notevole aumento rispetto all’anno precedente (+5,1%) e 122,8 milioni di presenze, (+0,7%), con una conseguente riduzione della permanenza media (5,51 notti, -0,24). Le presenze dei clienti residenti in Italia sono circa 191 milioni (-0,5% sul 2013), quelle dei clienti non residenti circa 186,8 milioni (+1,1%). La permanenza media scende per entrambe le componenti della clientela, in misura piu’ marcata per quella residente. Nel 2014 il turismo dei residenti negli alloggi privati rimane stabile ed e’ stimato in circa 36,1 milioni di viaggi; la stabilita’ viene confermata anche in termini di durata media: 6,6 notti, per una stima di 240,5 milioni di notti. Il tipo di alloggio privato piu’ diffuso e’ l’abitazione di parenti o amici, scelta in quasi sei viaggi su 10; seguono le abitazioni in affitto o in bed & breakfast (due viaggi su 10) e le abitazioni proprie (circa il 14% dei viaggi). I viaggi per vacanza tra i residenti rappresentano circa i tre quarti dei viaggi negli esercizi ricettivi (la stima e’ pari al 75,4%) e oltre il 95% dei viaggi in alloggi privati. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’Istat.

Leggi anche...