Abruzzo, Consiglio regionale. Sospiri (FI) in merito a ospedale San Massimo di Penne

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 16 dicembre 2015. – “Se il presidio ospedaliero San Massimo di Penne dovesse scampare alla chiusura perche’ ubicato in un’area disagiata, almeno secondo gli annunci finora fatti del Presidente D’Alfonso, non potra’ mantenere il punto nascita. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 18, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Quindi, la lettera inviata al Ministro Lorenzin e’ solo una presa in giro per i pennesi”. Lo afferma il Capogruppo di Forza Italia, Lorenzo Sospiri, a margine dei lavori della Commissione di Vigilanza, che oggi in Consiglio regionale ha audito i membri della Commissione regionale punti nascita. “Voglio ribadire che, qualora la riorganizzazione della sanita’ regionale venisse approvata cosi’ come e’ stata ipotizzata dal Partito democratico – aggiunge Sospiri – la citta’ di Penne avra’ soltanto una scatola vuota con su scritto “ospedale”. Non ci sara’ altro. gli effetti della terapia somministrata dal Partito democratico sulla sanita’ vestina – conclude Sospiri – iniziano, intanto, a produrre i primi effetti con il ridimensionamento del reparto di radiologia, la chiusura di ginecologia e la rimodulazione del laboratorio analisi del San Massimo di Penne”. In SecondaPagina su AN24. | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente.

Leggi anche...