Celano. La Casa di Psiche: intervenire nella scuola per conoscere, informare, prevenire

Le ultime dal Comune di Celano | Celano – 17 dicembre 2015. E’ il tema della proposta progettuale “orientarsi” che è stata illustrata nel corso di un incontro, svoltosi martedì 15 dicembre, nella sala consiliare del Municipio di Celano. La finalità del progetto, a cura dell’assessorato Istruzione e Cultura e dei Servizi sociali del Comune di Celano e del centro studi “Syncronia Onlus”, come si legge nella stessa proposta progettuale, è quella di “creare una connessione di rete riproducibile tra la scuola, le famiglie, gli enti del territorio, i professionisti nell’ambito dell’orientamento e del disagio giovanile, al fine di fornire sostegno per facilitare negli studenti il confronto con gli aspetti connessi ai propri compiti di sviluppo”. All’incontro, nel corso del quale è stato proiettato anche un video sull’argomento, hanno partecipato un gran numero di docenti e di genitori. I destinatari del progetto, infatti, sono gli alunni, le famiglie e il personale scolastico, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di primo grado del Comune di Celano. Le attività finanziate dal Comune di Celano riguardano l’orientamento ed i destinatari sono gli studenti di tutte le classi della scuola secondaria di primo grado “Tommaso da Celano”. L’obiettivo è di rendere l’orientamento un lavoro di consapevolezza. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, in giornata, dal servizio stampa del Comune di Celano, agenzia regionale per la tutela dell’ambiente. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 16, anche sulle pagine del portale web del Comune di Celano, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. Un’altra attività riguarda gli incontri di formazione e sensibilizzazione per i docenti e per i genitori. Essi sono destinati ai docenti ed alle famiglie, con la finalità di sensibilizzare e rendere consapevoli i docenti della complessità dell’argomento e delle sue implicazioni e di sostenere la genitorialità nel suo ruolo educativo e nell’affrontare le problematiche adolescenziali. Lo screening, infine, destinato alle scuole dell’infanzia e primarie del Circolo didattico di Celano per l’individuazione di alunni con bisogni educativi speciali. Ufficio stampa | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web del Comune di Celano. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...