Pescara. ‘Luci d’artista’ in via delle Caserme si accende ‘Noi’ di Luigi Stoisa

Le ultime dal Comune di Pescara | Pescara – 18 dicembre 2015. Saranno accese domani, venerdì 18 dicembre alle ore 18 delle speciali luminarie adottate dalla rassegna delle Luci d’artista di Torino. Più che di luci si tratta di installazioni vere e proprie, firmate da un artista noto dentro e fuori dall’Italia, Luigi Stoisa. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informazione e comunicazione del Comune di Pescara. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 12, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Un progetto che trova casa nel centro storico, in via Delle Caserme in sinergia con il Consorzio Pescara Vecchia e che giunge a Pescara grazie alla collaborazione tra il Comune di Pescara e Comune di Torino. “Luci che arrivano grazie ad una sinergia nata con il Comune di Torino – spiega l’assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi – Ringrazio il Comune, l’assessore alla Cultura Maurizio Braccialarghe e tutti i dirigenti che hanno fatto in modo che questa collaborazione nascesse e ci consentisse di ospitare in città delle luci di Natale davvero d’eccezione. Noi è un’opera d’arte che ogni anno arricchisce la galleria a cielo aperto in cui si trasformano le vie di Torino e di Salerno, due città simbolo di questo tipo di manifestazioni, che richiamano decine di migliaia di turisti e raccolgono la creatività di artisti importanti. Un valore che vogliamo vedere amplificato negli anni a venire, l’accensione di domani vuole essere l’inizio di un cammino capace di portare Pescara a divenire una delle piazze della rassegna che fa delle luminarie un punto di forza turistico di grande impatto. Mi preme anche ringraziare la Fas Trasporti che ha messo a disposizione il trasporto gratuito dell’opera, per la disponibilità con cui ha risposto facendo arrivare le luminarie fin qui. Ospitare l’installazione di uno dei creatori della rassegna che si divide fra salerno e Torino è motivo di orgoglio e riconferma a Pescara la sua vocazione di anticipatrice di idee e tendenze”. “Un piccolo sogno che si realizza – aggiunge Cristian Summa, presidente del Consorzio Pescara Vecchia – e che regala a questa parte di città delle luminarie di valore, coronando in modo speciale l’allestimento di tutta la zona, arricchita anche dall’albero di Natale che si trova in piazza Garibaldi. L’opera apre una bella collaborazione fra Pescara e Torino e vede la sinergia anche di Silvia Moretta per l’allestimento, siamo felici che la costruzione del percorso di Luci d’artista a Pescara cominci da qui”. Nota stampa sull’opera (a cura di Silvia Moretta) NOI, di Luigi Stoisa Tredici coppie di giganti, un uomo e una donna, profilati con neon rossi, posti in posizione obliqua, una di fronte all’altra, con le teste che si appoggiano e i piedi puntati ai margini della strada. Sono le arcate luminose dell’installazione antropomorfa “Noi” di Luigi Stoisa, artista di fama internazionale. “Noi” nasce infatti nel 1998 per la prima edizione di “Luci d’Artista”, quando 13 artisti, tra cui Stoisa, avviarono la manifestazione culturale che caratterizza annualmente il periodo natalizio di Torino, e dal 2006 di Salerno. Un museo d’arte a cielo aperto allestito ogni anno per le vie e le piazze della città, questa l’ispirazione per l’allestimento delle arcate luminose a Pescara, che attinge all’origine stessa dell’evento torinese. In “Noi” la figura diventa una sorta di trave umana di un timpano greco, e la sua reiterazione lungo tutta la via crea una galleria luminosa dall’alto contenuto simbolico: le teste, che si appoggiano dando l’apparenza di entrare l’uno nell’altra, suggeriscono un’unione affettiva e mentale estesa a tutta l’umanità, e la galleria costituita dalle tredici arcate crea un soffitto fittizio, a protezione dei passanti. “Il mio pensiero di opera”, afferma Stoisa, “ è di rappresentare una capriata umana composta da due figure al neon rosse, una maschile e una femminile che si incontrano. Rosse perché il sangue di tutti noi è rosso, capriata umana perché il Natale è un’invenzione umana e anche come forma di protezione/riparo per i passanti che vi transitano”. Luigi Stoisa è un artista di fama internazionale. Pittore e scultore, nasce a Giaveno, in provincia di Torino, nel 1958. La sua ricerca artistica prende le mosse all’inizio degli anni Ottanta, nell’epoca del post-modernismo, esordendo nel 1984 con la prima personale presso Tucci Russo. Lavora con importanti gallerie in Italia, Francia e Germania; è stato vincitore di numerosi premi per la realizzazione di sculture di arredo urbano e di edifici pubblici. E’ stato protagonista di importanti eventi espositivi all’Italia e all’estero. Tra questi, alla Fundación Joan Miró di Barcellona (1985), De Appel Foundation di Amsterdam (1986), Museo d’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato (1988), Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Nizza-Francia (1993), Neue Nationalgalerie di Berlino (1996), Complesso Monumentale San Michele a Ripa Grande di Roma (2004), Reggia di Caserta (2005), XVIII Biennale di Scultura di Carrara “2008), Ca’ d’Oro di Venezia (2009), Palazzo Litta di Milano (2010), Accademia di Belle Arti di Torino (2010). Pescara, 17 dicembre 2015 | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In PrimaPagina su AN24.

Leggi anche...