Chieti. ri De Matteo e Giampietro: Proroga del Piano di Zona e del Piano della non Autosufficienza

Le ultime dal Comune di Chieti | Chieti – 24 dicembre 2015. Piano Locale della Non Autosufficienza e  Piano di ZonaProrogati i serviziAssessori De Matteo e Giampietro: ‘Confermata la massima attenzione sul Sociale’ L’Assessore alle Politiche Sociali, Emilia De Matteo, e l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, rendono noto che la Giunta Municipale, in attesa della definizione del nuovo Piano Locale per la Non Autosufficienza per l’anno 2016 secondo le disposizioni che saranno comunicate dalla Regione Abruzzo in materia, al fine di assicurare la continuita’ dei servizi, ha deliberato di prorogare il ‘Piano Locale della Non Autosufficienza’ per il primo trimestre 2016.  “L’Amministrazione del Sindaco Di Primio – affermano gli Assessori De Matteo e Giampietro – intende garantire le prestazioni assistenziali gia’ inserite nel ‘Piano locale per la non Autosufficienza’ 2015, importante strumento di implementazione per le attivita’ socio assistenziali nei confronti degli utenti della nostra citta’ al quale si e’ giunti  al termine di un processo di condivisione e partecipazione delle attivita’ del Settore Politiche Sociali con le rappresentanze sindacali, la Asl e le Associazioni di settore e che rappresenta una ulteriore dimostrazione della grande attenzione che questa Amministrazione riserva alle problematiche di carattere sociale..La ASL, importante partner nella realizzazione delle attivita’, insieme agli assistenti sociali di riferimento del Comune di Chieti, assicurera’ la valutazione dei bisogni complessi degli utenti al fine di predisporre il Progetto Assistenziale Individualizzato (PAI), che costituisce lo strumento mediante il quale l’Unita’ di Valutazione Multidimensionale individua gli interventi necessari per rispondere adeguatamente ai bisogni dei cittadini, garantendo cosi’ il processo di presa in carico della persona non autosufficiente.”La Giunta Municipale ha, inoltre, prorogato per il 2016 il Piano di Zona, che riguarda le prestazioni socio assistenziali offerte dal Comune di Chieti  ai cittadini mediante la gestione degli stessi da parte di ‘Chieti Solidale’ e di alcune associazioni territoriali tra cui l’Anfass e il Centro Famiglia Santa Maddalena. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo del Comune di Chieti. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 14, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Il Piano di Zona si rivolge a persone con disabilita’, minori, anziani e diversamente abili.”La Giunta del Sindaco Di Primio conferma la massima attenzione riposta nel sociale ed anche in questo momento di difficile congiuntura economica ribadisce la ferma volonta’ di garantire gli impegni finanziari a favore delle attivita’ socio assistenziali, caricando sul Bilancio del Comune di Chieti l’80% dei fondi destinati alle attivita’ sociali. La scelta di prorogare il Piano di Zona e’ stata condivisa con il Gruppo di Piano (di cui fanno parte anche le Organizzazioni Sindacali) insieme al quale, gia’ nel 2011, e’ stato predisposto un Piano di Zona partecipato, modulato su un’attenta analisi dei bisogni e della qualita’ dei servizi da erogare, grazie ad un’attenta valutazione e razionalizzazione della spesa”.Gli ambiti di zona restano in attesa del nuovo Piano sociale le cui linee guida dovranno essere comunicate dalla Regione Abruzzo per quello che sara’ futuro nuovo Piano Sociale, che dovra’ necessariamente tener conto delle mutate e nuove esigenze di assistenza e di servizi richiesti dalla cittadinanza.  | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.

Leggi anche...