Montesilvano. Refezione scolastica, la Giunta stanzia 40.000 euro per le famiglie in difficolta’

Le ultime dal Comune di Montesilvano | Montesilvano – 28 dicembre 2015. «Abbiamo stanziato 40.000 euro per aiutare le famiglie in difficolta’ nel pagamento del servizio di mensa scolastica». Lo annuncia l’assessore alla Refezione Scolastica Maria Rosaria Parlione, che specifica: «Abbiamo deliberato lo stanziamento di un contributo cosi’ da sostenere quelle famiglie che si trovano in situazioni di disagio a fronteggiare le spese relative al servizio di refezione scolastica. Lo riporta una nota diffusa, oggi, dal servizio informativo del Comune di Montesilvano. I dettagli della nota, della quale si riporta l’intero contenuto testuale, sono stati resi pubblici, alle 16, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. Si tratta di un segnale nei confronti di quelle famiglie che si trovano in serie condizioni di difficolta’ economiche e da sole non possono garantire il pagamento della mensa scolastica per i loro figli».Il contributo verra’ trasferito alla Caritas diocesana Pescara – Penne, che mediante il Pis, il Pronto Intervento Sociale, individuera’ le famiglie che saranno beneficiarie. Nella delibera vengono anche individuati i criteri per l’assegnazione del contributo. Nello specifico il reddito familiare risultante dalla dichiarazione ISEE dovra’ essere uguale o inferiore ai 4.000 euro; uno dei due genitori deve essere occupato o iscritto nelle liste di collocamento da non meno di un mese dalla pubblicazione dell’avviso pubblico. Il Pis dovra’ inoltre accertare una situazione di indigenza. Una volta individuate le famiglie, previa pubblicazione di un apposito avviso pubblico, il PIS provvedera’ al pagamento della tariffa dovuta per la fruizione della mensa scolastica per il periodo gennaio – giugno 2016.«Ci sono moltissime famiglie colpite duramente dalla crisi economica – conclude la Parlione – e a loro abbiamo voluto dimostrare concretamente il sostegno della nostra Amministrazione». | A cura della Redazione web AN24. Fonte: nota diramata dall’ufficio stampa dell’ente. In SecondaPagina su AN24.

Leggi anche...