Abruzzo, Consiglio regionale. Finanziaria: D'Alessandro (PD) replica a FI

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 07 gennaio 2016. “Forza Italia ha avuto sei anni di tempo per cambiare l’Abruzzo e rilanciarne lo sviluppo. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: la decrescita piu’ pesante tra tutte le regioni italiane, un debito accumulato e non certificato di oltre mezzo miliardo di euro, che graveranno pesantemente sulla casse della Regione e che noi stamno riaccertando e gestendo, minimizzando l’impatto sulla vita della comunita’ regionale, societa’ strumentali ridotte sull’orlo del fallimento come l’Arpa, il Ciapi, il Cotir eccetera, la sanita’ commissariata, la programmazione europea dei fondi che rischiavano di essere largamente non utilizzati. Questa e’ la pesante eredita’ che abbiamo trovato al momento del nostro insediamento”. Lo afferma il coordinatore della maggioranza in Consiglio regionale, Camillo D’Alessandro, che replica al gruppo di Forza Italia. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio stampa del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 15, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. “A partire da questa realta’, che non puo’ essere sottaciuta, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo ottenuto in 18 mesi risultati che valgono due legislature della Giunta di centrodestra – incalza l’esponente del PD -. Abbiamo consentito il totale utilizzo dei 317 milioni del Programma FESR 2007-2013 e portato la spesa del PAR FSC dal 30% ereditato al 90%. La spesa del Piano di Sviluppo Rurale era al 60% quando ci siamo insediati ed e’ stata portata al 96% . Nel contempo, abbiamo ottenuto l’approvazione da parte della Commissione europea del POR FESR 2014-2020 pari a 240 milioni, e del PSR 2014-2020 pari a 432 milioni di euro, di cui 67 co-finanziati dalla Regione. Abbiamo avviato la riorganizzazione della Pubblica Amministrazione regionale, per offrire a imprese e persone servizi migliori e piu’ efficienti, compresa la costituzione della Societa’ Unica dei Trasporti che con i suoi 142.000.000 di euro di giro di affari la colloca quale settima azienda nel panorama nazionale. Grazie all’impegno e all’interlocuzione autorevole che abbiamo attivato con il Governo nazionale abbiamo conquistato il ruolo di Regione – pilota nel Master Plan per il Sud, che mobilitera’ nel nostro territorio oltre 1 miliardo di investimenti per le infrastrutture, la banda ultra larga, la tutela e la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio culturale, la messa in efficienza delle reti idriche e dei depuratori. Accanto a cio’ l’estensione all’Abruzzo del credito d’imposta per le assunzioni, che abbiamo chiesto ed ottenuto al Governo Renzi, che insieme al MasterPlan fara’ da volano per la ripartenza dell’Abruzzo. Abbiamo posto le premesse per la fuoriuscita dal Commissariamento della sanita’, che consentira’ all’Abruzzo finalmente di avere un Servizio Sanitario moderno che avra’ al centro il diritto alla salute del cittadino, abbattendo i costi legati agli acquisti di beni e investendo sui servizi per il territorio e sulla riduzione delle liste di attesa. Sono questi i risultati del 2015, che per noi sono solo la premessa per fare ancora di piu’ e meglio per il 2016, a partire dalla predisposizione di pacchetti per l’attrazione di investimenti delle imprese, il completamento della Fondo Valle Sangro che diventera’ cantiere, la messa in efficienza dei depuratori, il rilancio dell’edilizia sanitaria innovativa”. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.

Leggi anche...