Abruzzo, Consiglio regionale. Il Centro destra in merito a aeroporto d'Abruzzo

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 08 febbraio 2016. “E’ quanto mai necessario fare tutto il possibile per trovare un accordo con Ryanair perche’ solo cosi’ sara’ possibile salvare il destino dell’aeroporto d’Abruzzo”. E’ quanto chiederanno i Consiglieri regionali del centrodestra nel corso della seduta straordinaria del Consiglio. I contenuti del documento che sara’ proposto in quell’occasione, sono stati presentati questa mattina nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato Lorenzo Sospiri, Mauro Febbo e Mauro Di Dalmazio . Illustrati anche i dati dell’indagine “Incoming Aeroporto d’Abruzzo” dell’ Universita’ d’Annunzio. “Ryanair ha deciso di chiudere la base di Pescara – spiega Lorenzo Sospiri – non potendo piu’ sostenere gli aumenti delle tasse aeroportuali volute dal governo Renzi e destinate per la gran parte al pagamento dei Dipendenti di Alitalia in cassa integrazione. Se la Saga non avesse Ryanair non sarebbe in deficit probabilmente, ma e’ certo che senza quel contratto, confermato in questi anni, sorgerebbero enormi problemi. Basta leggere l’indagine realizzata dall’Universita’ d’Annunzio: il contributo dell’Aeroporto d’Abruzzo sul totale incoming della regione e’ pari a oltre 3 milioni mensili equivalente al 3% dell’intero valore dei consumi dovuti al turismo. A noi deve interessare chi viene in Abruzzo perche’ e’ cio’ che produce ricchezza. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 13, anche mediante il canale web dell’ente, sul quale ha trovato ampio spazio la notizia. La maggioranza si e’ accorta tardivamente di quanto valga lo scalo aeroportuale per la nostra economia e si e’ decisa ad invertire la rotta dopo aver minimizzato nella fase iniziale. Hanno capito probabilmente che altri vettori non ci sono e che in Europa la Ryanair e’ l’unica compagnia internazionale low cost. Tra l’altro – conclude Sospiri – la politica portata avanti sui trasporti sta palesando evidenti criticita’, dai porti a Tua, ed e’ chiaro che Ryanair non avendo certezze ha deciso di mollare percependo tra l’altro che si stava pensando di puntare su Alitalia. Inoltre, l’Abruzzo deve ancora onorare un debito con la compagnia aerea, pari a circa 5 milioni di euro, mentre il centrosinistra decide di investire su altre operazioni, vedi Abruzzo Engineering”. “A oggi abbiamo ascoltato troppe chiacchiere su questa vicenda – aggiunge Mauro Febbo – e riteniamo sia giunto il momento di passare all’azione e trovare soluzioni concrete. I dati dell’indagine dell’Ateneo d’Annunzio dimostrano quali siano le consistenti ricadute economiche per la nostra regione e di conseguenza si comprende quanto sia importante avere Ryanair in Abruzzo: a fronte di un costo del contratto pari a 5 milioni di euro annui, si ha un valore aggiunto pari a 3 milioni di euro mensili. Non c’e’ alternativa, bisogna andare a Dublino per rinegoziare i termini e discutere di strategie imprenditoriali”. “L’ex assessore regionale al Turismo, Mauro Di Dalmazio, sottolinea “quanto sia fondamentale, in sede di trattativa, il profilo della comunicazione. Quando abbiamo governato siamo riusciti con tanti sforzi a salvaguardare l’aeroporto e oggi e’ assolutamente necessario un grande sforzo per risolvere il problema e per farlo e’ necessario che tutte gli attori coinvolti facciano la loro parte. Lo scalo aeroportuale abruzzese deve essere oggetto di un’attenta programmazione strategica che punti sul fatto che il costo che oggi sosteniamo, 5 milioni l’anno, e’ destinato ad essere abbattuto nel tempo grazie all’aumento del traffico passeggeri. E’ necessario uno sforzo di sistema che comprenda anche i comparti produttivi sia individuando le rotte stagionali sia compartecipando. Tutti gli interlocutori- conclude – devono sedersi intorno a un tavolo anche per analizzare le prospettive di sviluppo che, dati alla mano, sono molto interessanti”. () In PrimaPagina su AN24. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.

Leggi anche...