ABRUZZO, SOCIALE: SCLOCCO, PER VITA INDIPENDENTE PREVISTI 600MIL EURO

Abruzzo, le ultime dall’ente Regione | Su Osr.Regione.Abruzzo.It Graduatoria Degli Ammessi Per 2015 L’Aquila, 8 mar. – Ammontano a 600 mila euro le risorse finanziarie che la Giunta regionale ha previsto, per il 2016, per la legge 57/2012 sulla Vita indipendente. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, in giornata, dal servizio informativo della Regione Abruzzo. La notizia, qui riportata secondo il testo completo del comunicato diffuso, e’ stata divulgata, alle ore 15, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. La conferma arriva dall’assessore alle Politiche sociali, Marinella Sclocco, dopo le notizie circolate di una limitazione a 200 mila euro delle risorse per finanziare la legge regionale. "Come avevamo anticipato alla vigilia della stesura del Piano esecutivo gestionale – spiega l’assessore Sclocco – la legge regionale sulla Vita indipendente avra’ una dotazione di 600 mila euro, di cui 200 mila fanno capo al capitolo di bilancio 71679 e 400 mila al capitolo 71681. L’aumento considerevole delle somme impegnate – dice l’assessore alle Politiche sociali – conferma una linea di indirizzo della Giunta regionale che e’ stata chiara fin dall’inizio: dare ossigeno economico ad una legge che funziona e che permette ai disabili e alle loro famiglie di avviare percorsi di inserimento nella societa’". L’occasione per ribadire l’impegno della Giunta in fatto di Vita indipendente e’ data dalla determina del Servizio Politiche per il benessere sociale, che e’ possibile consultare sul sito www.osr.regione.abruzzo.it, che venerdi’ ha approvato la graduatoria delle istanze ammesse a finanziamento per l’anno 2015, approvata dal Gruppo regionale di coordinamento della Vita indipendente. "Il dato storico e politico che emerge – aggiunge Marinella Sclocco – e’ che dal 2012, anno di approvazione della legge, la stessa e’ stata finanziata solo negli anni 2014, 2015 e 2016 sempre con risorse crescenti e sempre da questa Giunta regionale. Inoltre, c’e’ l’impegno ad aumentare la somma ogni qualvolta s’intravedesse la possibilita’ concreta durante l’anno. Gli allarmismi, lanciati periodicamente dall’associazione, generano confusione tra i disabili e loro famiglie ma soprattutto vengono smentiti dai fatti". Iav | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.

Leggi anche...