ABRUZZO, RISCHIO IDRAULICO: MAZZOCCA, CONFRONTO TECNICO PER VASCHE ESONDAZIONE FIUME PESCARA

Abruzzo, le ultime notizie dall’ente Regione | Per Realizzazione Di Vasche Antialluvione. – L’Aquila, 22 mar. Un confronto tecnico per le opere di laminazione delle piene del fiume Pescara insieme ai rappresentanti dei comuni territorialmente interessati. Si e’ svolto oggi, all’Aquila, a Palazzo Silone, per discutere delle problematiche circa la compatibilita’ ambientale degli impianti sui siti interessati a cui hanno partecipato oltre al Sottosegretario con delega all’ambiente, Mario Mazzocca, anche le associazioni di categoria degli agricoltori. La cosiddette vasche di esondazione interessano i territori di Rosciano, Cepagatti, Chieti e Manoppello finanziati dalla Regione Abruzzo per 54 milioni di euro. Si tratta dell’intervento con fondi del Ministero dell’Ambiente che prevede la realizzazione di cinque vasche di contenimento anti-alluvione finalizzate a minimizzare il rischio idraulico nel caso di arrivo di onde di piena che avrebbero ripercussioni sul bacino del fiume Pescara a valle delle stesse. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio stampa della Regione Abruzzo. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 18, anche sulle pagine del portale web dell’ente, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. "Oggi abbiamo avuto un primo momento di approfondimento tecnico – ha commentato il Sottosegretario Mario Mazzocca – essendo ancora in corso la procedura di valutazione di impatto ambientale. Sono state affrontate le criticita’ emerse nei giorni scorsi su cui la Regione sta gia’ lavorando. Ultimato questo approfondimento si procedera’ alla valutazione degli indennizzi per i territori agricoli che devono essere commisurati al loro reale valore e poi alle compensazioni ambientali che riguarderanno le comunita’ locali. Cercheremo di trovare ogni forma di condivisione possibile". K.Scolta | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente. In PrimaPagina su AN24.

Leggi anche...