Abruzzo, Consiglio regionale. Interrogazione parlamentare del M5S in merito a CariChieti

Abruzzo, le ultime notizie dal Consiglio Regionale | L’Aquila – 01 aprile 2016. Pescara – Sul rischio di fallimento della Banca Carichieti, al M5S i conti non tornano. Ed e’ proprio per chiedere di fare chiarezza che i parlamentari pentastellati abruzzesi hanno presentato un’interrogazione al Ministro dell’Economia Padoan. Secondo i dati contabili della banca in possesso del M5S, questi non giustificherebbero il disastroso epilogo e Carichieti forse poteva essere salvata. Lo riporta una nota diffusa, poco fa, dal servizio informativo del Consiglio Regionale. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 14, anche mediante il sito internet dell’ente, attraverso il quale e’ stata rilanciata la notizia. Prima del commissariamento, infatti, la banca avrebbe avuto 200 milioni di euro circa di patrimonio, e circa 700 milioni di euro di garanzie su circa 330 milioni di euro di credito deteriorato. Il testo dell’interrogazione, che nelle sue premesse elenca tutte le anomalie del caso, e’ stata presentato questa mattina a Pescara, presso la sede del Consiglio regionale dell’Abruzzo, dal Consigliere Sara Marcozzi e dall’onorevole Gianluca Vacca. “A rimetterci sono sempre i risparmiatori” commentano in conferenza stampa Sara Marcozzi e Gianluca Vacca ” vittime di partiti che prima creano problemi di gestione delle banche e poi pretendono di risolvere con soluzioni che, pero’, non tutelano i cittadini. Probabilmente Carichieti aveva delle criticita’ e dei problemi gia’ individuati da tempo dagli ispettori che si sono susseguiti negli anni e che andavano risolti. Pero’ vogliamo capire perche’ la Banca d’Italia e i commissari nominati, a fronte di dati che sembrerebbe fotografare una situazione non disastrosa, abbiano condotto la banca alla chiusura”. In PrimaPagina su AN24. | Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web dell’ente.

Leggi anche...