Al via i controlli Arta sulle acque di balneazione per la stagione 2016.

Le ultime dall’Arta Abruzzo, Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015 | Pescara – 18 aprile 2016. Con la pubblicazione della D.G.R. n. 148 del 10/3/2016 e la Determinazione DPC028/40 dell’8/4/2016 la Regione Abruzzo ha definito, per il 2016, la classificazione delle acque di balneazione, la durata della stagione balneare (che partira’ il primo maggio e terminera’ il 30 settembre) e il calendario dei controlli che l’Arta effettuera’ con cadenza mensile (in alcuni casi quindicinale) a partire da questo mese sui 126 chilometri di costa e abruzzese sul lago di Scanno. Come sempre, nell’obiettivo della massima pubblicita’ da dare ai risultati dei controlli, gli esiti di tutte le analisi effettuate saranno visualizzabili tramite le due applicazioni web sviluppate dall’Arta e facilmente accessibili dalla home page del nostro sito: l’applicazione per computer fisso e l’applicazione per smartphone, sviluppata lo scorso anno, che dara’ la possibilita’ a chiunque di conoscere la balneabilita’ del mare abruzzese in ogni momento. In fase di progressivo arricchimento e’ anche la nuova funzionalita’, inserita nelle applicazioni lo scorso anno in via sperimentale, per ricercare le analisi in base allo stabilimento balneare. Oggi, grazie ai nostri sopralluoghi e alle informazioni ricevute dai Comuni, questo puo’ essere fatto per Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Montesilvano, Pescara e Ortona. E’ quanto si legge in un comunicato diffuso, poco fa, dal servizio stampa dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015. Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 10, anche sulle pagine del portale web dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente 2015, sul quale e’ stata rilanciata la notizia. A breve questo tipo di ricerca sara’ possibile per Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto e Francavilla al Mare, mentre per gli altri comuni costieri sono gia’ stati avviati i contatti per ottenere le necessarie informazioni sui piani e sulle concessioni demaniali. | A cura della Redazione giornalistica AN24. Fonte: comunicato stampa diramato dall’ente.

Leggi anche...