Terremoto di M2.0 del 23-04-2016 ore 12:38:37 in provincia/zona Teramo

Teramo

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (I.N.G.V.) ha rilevato poco fa, attraverso la sua rete di sensori, una scossa di terremoto. Un terremoto di magnitudo ML 2.0 è avvenuto nella provincia/zona Teramo il 23-04-2016 12:38:37 (UTC) , con coordinate geografiche (lat, lon) 42.81, 13.85 ad una profondità di 29 km. Il terremoto e’ stato rilevato e localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma. E’ quanto viene riportato in un comunicato diramato, oggi, dal servizio informativo del INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia). Il contenuto della nota, della quale si riporta testualmente il contenuto completo, e’ stato divulgato, alle ore 15, anche sulle pagine del portale web del INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), sul quale vengono riportati dati e dettagli inerenti alla scossa. Il terremoto è stato rilevato e localizzato a 21 Km a NE di Teramo (54294 abitanti) e 41 Km a NW di Montesilvano (50413 abitanti) . Di seguito riportiamo l’elenco dettagliato dei comuni che si trovano entro 20km dall’epicentro della scossa sismica.

Comune Provincia Distanza (km) Popolazione
Corropoli TE 3 4750
Nereto TE 3 5075
Sant'Omero TE 5 5313
Tortoreto TE 5 10442
Controguerra TE 6 2422
Alba Adriatica TE 6 11565
Torano Nuovo TE 6 1658
Mosciano Sant'Angelo TE 7 9251
Colonnella TE 7 3768
Bellante TE 8 7160
Ancarano TE 10 1877
Martinsicuro TE 10 15484
Giulianova TE 11 23199
Spinetoli AP 11 7108
Sant'Egidio alla Vibrata TE 11 9668
Monsampolo del Tronto AP 11 4563
Colli del Tronto AP 12 3566
Monteprandone AP 13 12211
Castel di Lama AP 13 8470
Maltignano AP 14 2483
Castorano AP 14 2322
Castellalto TE 15 7359
San Benedetto del Tronto AP 15 46963
Acquaviva Picena AP 16 3848
Civitella del Tronto TE 16 5333
Campli TE 16 7276
Morro d'Oro TE 17 3628
Notaresco TE 17 6863
Folignano AP 18 9302
Appignano del Tronto AP 18 1852
Canzano TE 18 1955
Roseto degli Abruzzi TE 19 24940
Offida AP 19 5215

Articolo a cura della Redazione del quotidiano on-line AN24. Fonte: sito web del INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia). All’INGV e’ affidata la sorveglianza della sismicita’ dell’intero territorio nazionale e dell’attivita’ dei vulcani italiani attraverso reti di strumentazione tecnologicamente avanzate, distribuite sul territorio nazionale o concentrate intorno ai vulcani attivi.

Leggi anche...