Pescara, patrimonio storico e architettonico: il Tar annulla i vincoli

Prendiamo atto delle odierne sentenze del Tar Pescara in tema di patrimonio storico architettonico che hanno annullato la delibera di Consiglio Comunale n. 45 del 14 marzo 2014 che imponeva vincoli su una serie di edifici appartenenti al patrimonio immobiliare storico e architettonico della città”. Commenta così il Sindaco del Comune di Pescara, Marco Alessandrini, in merito all’annullamento dell’ elenco aggiornato degli edifici (circa 100) sottoposti a tutela, che il comune aveva stilato sulla base di una ricognizione affidata a una commissione composta oltre che dai tecnici comunali, dall’università e dalla Sovrintendenza.

Eravamo pronti - prosegue il primo cittadino - a questa evenienza a seguito della recente sentenza del Consiglio di Stato su Villa Agresti, andata nella medesima direzione del Tribunale Amministrativo, tanto è vero che è già da tempo calendarizzato per venerdì 6 febbraio un incontro l’avvocato Tommaso Marchese, il legale che ha assistito l’Ente dinanzi al giudice di secondo grado, per approfondire la sentenza e assumere ogni conseguenziale iniziativa, in ordine ai limiti del potere pubblico di conformazione urbanistica del territorio, nel rispetto delle attribuzioni spettanti allo Stato, tramite il ministero per i Beni e le Attività culturali.

Tutto questo in nome e per conto della tutela del patrimonio immobiliare storico che appartiene alla memoria cittadina, con il rispetto delle regole che sono la base di ogni modello di crescita sostenibile”.

pescara_patrimonio_culturale

 

Leggi anche...