Date false su cibo scaduto, denunciato commerciante di Cepagatti

 

nas_carabinieri

Nel suo supermercato vendeva prodotti freschi che avevano superato la data di scadenza anche da tre mesi, dopo averne accuratamente modificato l’etichetta: è quanto accadeva in un negozio di Cepagatti, in provincia di Pescara. All’interno dell’esercizio commerciale, il proprietario, un 59enne, aveva tutto il necessario per cancellare le date e “rinnovare” gli alimenti scaduti: scolorina, etichette bianche, etichettatrici e timbri a secco.
Grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini, ed in seguito ad un controllo dei Carabinieri dei Nas di Pescara, l’uomo è  stato scoperto e denunciato per frode in commercio.

I carabinieri hanno ispezionato decine di confezioni di latte, yogurt e paste fresche sulle quali erano applicate etichette difformi dalle originali con nuove date di scadenza. All’interno dell’esercizio commerciale è stato rinvenuto e sequestrato tutto il necessario per cancellare le date e “rinnovare” gli alimenti scaduti: scolorina, etichette bianche, etichettatrici e timbri a secco. Dai lotti degli alimenti sequestrati i carabinieri sono risaliti alle date di scadenza originarie superate con le false etichette anche da tre mesi.

Leggi anche...