Nomine Corecom, Pettinari: “M5S propone la nomina per meritocrazia”

pettinari_domenico

“Occasione persa per il Presidente Luciano D’Alfonso di dimostrare che alle belle parole pronunciate in campagna elettorale, su una regione “nuova”,  seguono  i fatti”. E’ quanto si legge in un comunicato del Movimento 5 Stella Abruzzo, in merito alle nomine Corecom.

L’occasione - prosegue la nota - l’ha persa clamorosamente sulla questione delle nomine per Il Corecom, il Comitato regionale per le comunicazioni  della regione Abruzzo, che ha funzioni di governo, garanzia e controllo sul sistema delle comunicazioni in ambito regionale. Il Consigliere Regionale Domenico Pettinari del Movimento Cinque Stelle in commissione, e successivamente nella scorsa  seduta di Consiglio Regionale,  aveva presentato 6 emendamenti per rendere le  nomine aperte a tutti i cittadini competenti ed assegnare i tre posti a disposizione  tramite un bando pubblico che avesse come primo riferimento la meritocrazia. Muro chiuso per l’opposizione di centro destra e la maggioranza di governo che votando contro gli emendamenti si tengono ben lontani da aprire la possibilità a tutti i cittadini, ma sostengono con fermezza che queste nomine debbano rimanere espressione diretta della politica a discapito della meritocrazia, della trasparenza e dell’imparzialità”.

“Dunque approvato, – termina – con il voto contrario del Movimento Cinque Stelle, il metodo politico di selezione per i dirigenti del Corecom. Ed il Presidente ha perso l’ennesima occasione di rendere nuova una regione che dopo pochi mesi di governo PD già ha il sapore di vecchio”. 

Leggi anche...