Bandi per Co.Co.Co alla Regione, Febbo: “Mazzocca ha confermato i miei sospetti”

febbo

Quelli che inizialmente erano semplici sospetti, dopo le dichiarazioni di Mario Mazzocca, sono diventate solide certezze”. E’ quanto dichiara il Presidente della Commissione di Vigilanza, Mauro Febbo, in merito agli avvisi pubblicati sul sito della Regione Abruzzo nella sezione Concorsi per incarichi di Co.co.co che giudica oltremodo “deboli e insoddisfacenti le giustificazioni dell’Assessore regionale all’Ambiente”.

Stabilizzare il personale seguendo le procedure adottate dal Governo regionale di centrosinistra – sottolinea Febbo – significa fare un concorso “falso e pilotato” dove si sa già chi partecipa (ecco perché tenuto nascosto e sono stati dati solo 10 giorni di pubblicazione) e soprattutto già chi vince. Mentre per stabilizzare i dipendenti, in primis non si fa un concorso per Co.co.co, ci sono altri i percorsi da seguire come dovrebbe sapere l’Assessore Mazzocca e chi per lui. Inoltre restano senza risposta tutti gli altri interrogativi e dovrebbero spiegarci, visto che non lo abbiamo capito, quante saranno le commissioni giudicatrici, se tre oppure una unica; da chi saranno composte? A quante prove saranno soggette i candidati?”.

Se Mazzocca – conclude Febbo – ha avuto l’ardire di affermare che quello seguito dalla Giunta regionale non è uno “stile carbonaro” devo dargli purtroppo ragione perché è molto ma molto peggio”. Mi auguro a questo punto che l’Avvocato Gerardis sia in qualità di il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza ma soprattutto come professionista si attivi in tempi stretti per sospendere la procedura”.

Leggi anche...